Biscotti al parmigiano e pimenton dulce del Cavoletto

Un’altra ricettina salata oggi. Diciamo che è stata un pò dovuta al caso. Difatti mi sono stati regalati due barattolini di pimenton, uno dolce e uno piccante. Cos’è il pimenton? Come scrive Sigrid sul suo blog, da dove ho copiato appunto la ricetta, si tratta di polvere di una particolare varietà di peperoncino affumicato poi macinato, che potete tranquillamente sostituire con la paprika.

 

Ecco, dicevo, volevo utilizzarlo in qualche modo, ed in attesa che qualcuno (a buon intenditor poche parole) mi delizi con il pulpo a la gallega (avrò scritto bene?), mi sono messa alla ricerca di qualcosa di sfizioso, e mi sono imbattuta, come spesso mi capita quando sono alla ricerca di ricette interessanti, proprio sul blog del Cavoletto.

Certo, adesso mi ritrovo sempre con un barattolino intero (- 1 cucchiaino) di pimenton, ma ho assaporato dei gustosissimi biscotti salati. Perfetti per l’aperitivo, ma io non aspetterei fino alle 19.00 😛 Colgo l’occasione per chidervi se avete altre ricette che prevedano l’utilizzo di questa spezia, vi aspetto, eh?
Grazie Sigrid:)

Biscotti con Parmigiano e Pimenton dulce
per circa 25 biscotti

farina 180g
burro 120g
parmigiano grattugiato 100g
pimenton dolce 1 cucchiaino
tuorlo 1
sale

Mescolare il burro a temperatura ambiente (morbido) con il parmigiano. Aggiungere la farina, la paprika affumicata e una piccola presa di sale, mescolare, e, infine, il tuorlo. Impastare velocemente in modo da ottenere un impasto compatto e omogeneo, formare un salsicciotto di 3cm di diametro e avvolgerlo con della pelicola per alimenti. Lasciar riposare al fresco per una notte. L’endomani, tagliare il salsicciotto di pasta a fette di uno scarso centimetro di spessore, disporre i biscotti su una teglia da forno rivestita con carta da forno, e far cuocere a 220° per una decina di minuti, finché i biscotti siano leggermente dorati. Lasciar raffreddare su una griglia e conservare in una scatola ermetica.

38 commenti su “Biscotti al parmigiano e pimenton dulce del Cavoletto”

  1. Sai che non conoscevo per nulla il pimenton? Ma questi biscottini sono un incanto….

  2. Che carini!Un ottimo sfizio salato!Mi sa che ti rubo la ricetta :p baci e complimenti!^_^!!

  3. Del pimentòn è la prima volta che sento parlare, quindi non so come aiutarti a escogitare metodi per smaltirlo, però se è simile alla paprika io lo utilizzerei un po’ al posto di questa, del chili o del peperoncino… intanto mi sembra che tu abbia trovato da sola una soluzione molto molto appetitosa per assaggiarlo!

  4. del pimenton non avevo mai sentito aprlare fino a oggi… quindi niente ricette!
    ma lo sai che mi piace tanto, ma tanto la prima foto???
    Ciao
    Silvia

  5. Buongiorno Rob!
    Mi dispiace ma non ho ricette da consigliarti con questo ingrediente che, tra l’altro, non conoscevo. Questi biscottini devono essere favolosi, io tempo fa feci quelli con paprica e emmentaler, quindi sicuramente anche questi mi piaceranno 🙂
    Un bacione

  6. Buondì!
    Che carini questi biscotti “rustici”… Hanno un aspetto bellissimo.
    Non ho mai provato questo pimenton dolce, e in tutta sincerità non saprei neanche dove trovarlo…
    È molto diverso dalla paprika? Io tempo fa li avevo fatti con l’abbinamento paprika/parmigiano…
    A presto!

  7. mamma mia devono essere favolosi!!! li segno…anche se non ho questo ingrediente se lo trovo li provo di sicuro!!! complimenti!!

  8. In effetti questi biscottini sarebbero perfetti anche adesso! poi con quella particolare polverina..ci hai davveroi incuriosito…ma dove la possiamo trovare?
    un bacione

  9. ho già provato il parmigiano nei biscottini salati e mi è piaciuto un sacco, bella l’idea del pimenton anche se non l’ho mai visto in giro, devo impegnarmi a cercarlo! bacii

  10. Mmmmm sto pimenton deve essere piccantello.. peperoncino affumicato eh!!!! buonissimi sti biscottini salati.. bacioni..

  11. devono essere davvero stuzzicanti questi biscotti davvero deliziosi e poi accompagnati da un bel drink sono il massimo…il pimenton nn l’ho mai sentito ma se mi capita qualche ricetta te la posto subito…baci imma

  12. Grazie 1000 per i suggerimenti Imma, vado subito a sbirciare:)

    Scusate se non mi sono soffermata, ma il pimenton mi è stato portato dalla Spagna, non so dove si possa trovare quì, però dovrebbe essere simile alla paprika, se non dosete trovarlo:)

  13. alessandra (raravis)

    io sono appena tornata dalla Galizia e in teoria di ricette ne ho quante ne vuoi. Se vuoi dare un’occhiata al miglior esemplare di pulpo gallego, però, ti invito a fare un giro sul nostro blog, dove ce n’è uno fotografato pure su una tazza. Se davvero ti servono un po’ di ricette, sono tornata stracarica di libri- e di un chilo in più- per cui chiedi senza problemi che ti passo tutto quello che ho
    ciao
    ale

  14. Sono davvero stuzzicanti questi biscotti, annoto la ricetta ma credo che utilizzerò la paprika!!!Se passi da me c’è un premio che ti aspetta!!!A presto Manu.

  15. Non avevo mai sentito parlare di questa spezia, ma mi stuzzica molto! Prendo subito nota e se non la troverò, la sostituirò con la paprika 😉
    Baci.

  16. Ciao Rob! Vedo con piacere che sei riuscita a usare le foto grandi! 🙂 Uhm, questo pimenton non lo conoscevo (c’è di mezzo lo zampino di fratello e morosa spagnola? :-D) però se mi dici che somiglia alla paprika non può che piacermi! Purtroppo non so aiutarti, anche io ti avrei suggerito di usarlo in sostituzione della paprika! Un abbraccio forte!

  17. Mi hai appena ricordato che me lo devo ancora procurare!!!
    Il sapore di quello affumicato è davvero di affumicato? Tempo fa ho comprato il sale affumicato tutta contenta, ma non mi ha soddisfatto…

  18. Perfetti per un aperitivo in piedi, magari a bordo di una piscina, verso sera, al tramonto…mamma mia!!! Non vengo più!

  19. Forchettina Irriverente

    Ricette con il pimenton ovviamente non ne ho. Ma ho della paprika in casa che stà diventando troppo vecchia. Ed avevo voglia di preparare dei biscotti salati. Se non ti offendi, me li segno e poi me li preparo !!! Baci Manu

  20. che aspetto meraviglioso!!!
    Anch’io faccio i biscottini al parmigiano, ma questi… :X
    Mi piacerebbe assaggiare questo “pimenton” mai sentito.. e tralaltro qui penso che non lo troverei ~x(

  21. Ciao cara, non credo di aver sentito mai parlare di questo ingrediente, no…ma è da provare di sicuro! Sai anch’io in questi giorni voglio fare dei biscottini al parmigiano, i miei sono col sesamo appiccicato sopra…che buone le csine col parmigiano nell’impasto…mhhhh
    CIAO CIAO ;-))

  22. Anch’io non ho mai provato il pimenton!
    Ma visto che adoro ogni pietanza che presenta anche un vago sentore di piccante o di peperoncino, credo mi garberebbe assai.
    I biscottino, manco a dirlo, sono invitantissimi!
    Per un aperitivo/apericena ce li vedrei proprio bene.

    Baci!*

  23. Wow, che delizia!!! Non ho mai provato questa spezia, non puoi capire la mia curiosità. Devo cercarla assolutamente. Un bacio 🙂

  24. fiOrdivanilla

    buoni questi biscotti!
    eccoti una ricetta

    -1 confezione di Brie maturo o Camembert, a temperatura ambiente (uno o l’altro purché siano, preferibilmente, quelli che si trovano in formato rotondo, solitamente in scatola di legno)
    -1 chiodo di garofano
    -1 cucchiaino di pimentón
    -sale
    -3 cucchiai di burro (non salato) fatto ammorbidire
    -30/35 fettine sottili di baguette tagliate in diagonale

    Intanto preriscalda il forno a 180°; la teglia dovrà essere posta a media altezza nel forno.

    Rimuovi il formaggio dalla sua confezione, mettilo in una piccola teglia ricoperta di carta da forno. Cuoci in forno per 20 minuti, fino a che la superficie si tosta, si abbrustolisce (la crosta).

    Nel frattempo, trita il chiodo di garofano (la punta frantumabile) e pestalo bene con un 1/4 di cucchiaino di sale e poi rimescola tutto insieme al pimentón e al burro morbido.
    Metti una sottile velatura del burro preparato sulle fettine di pane e mettile in forno solo fino a che la superficie comincia a “incresparsi”, dai 10 ai 15 minuti.

    Taglia la crosta in cima del formaggio e servi il formaggio caldo caldo insieme al toast.

  25. che buoni! il pimenton non ce l’ho ma se dici che si può sostituire tranquillamente con la paprika, allora posso provvedere!!grazie per questa sfiziosissima ricetta!baci:)

  26. Questi biscotti hanno un aspetto così sfizioso che quasi quasi vado a cercare il pimenton per prepararli ;D
    Un bacione
    fra

  27. @Alessandra sono già venuta a trovarti,ho trovato molto interessanti i due post sulla Galizia, ti ringrazio:)

    @Mika su quello affumicato non so aiutarti, ho in casa quello dolce (che ho provato per la prima volta in questa ricetta e che non mi sembra particolarmente affumicato)e quello piccante che non ho ancora provato.

    @fiordivanilla, grazie 1000 per la ricetta:)

    Grazie a tuuuuutteeeeee:)) Bacetti*

  28. Ciao! hai scritto benissimo: pulpo a la gallega, io non lo so fare per che non mi piace il polpo, ma se vedo in giro la ricetta ti faro sapere ;-). Io mi porto il pimenton ogni volta che vado in Argentina. L’uso piu che altro per condire i sughi di pomodoro, bolognesa, etc… Puoi anche condire le patate, riso, carne di pollo, pesce, vitello, capirai che lo metto dappertutto!!!
    Ituoi biscotti sono favolosi, complimenti!
    Baci

  29. Rieccomi con la ricetta del pulpo a la gallega, spero di aver tradotto bene :)Baci

    1 polpo di circa 2 kili
    ½ kilo di patate
    2 decilitri d’olio extravergine d’oliva
    2 cucchiaini de pimentón dulce.
    2 cucchiaini de pimentón picante.
    Sale grosso

    Qualche giorno prima di cucinare il polpo devi surgelarlo per ammorbidirlo.Un giorno prima di cucinarlo lo tiri fuori dal freezer per scongelarlo.
    Metti sul fuoco una pentola con agua e una cipolla. Cuando comincia a bollire aggiungi il polpo in questo modo: prendi il polpo dalla testa, lo somergi nel acqua un istante e lo tiri fuori, ripeti questo per tre volte e dopo lo sommergi completamente. Il tempo di cottura e circa 50 minuti.
    Una volta cotto ritiri la pentola del fuoco, la copri e lasci riposare per 15 minuti, per evitare che si stacchi la pelle.
    Nella stessa acqua dove hai cotto il polpo cuoci le patate tagliate a rondelle grosse, cuando sono cotte le scolli e metti da parte.
    Quando porterai il polpo a tavola lo tagli con una forbice in pezzi non molto grossi e lo sistemi su delle terrine individuoli insime alle patate. Versi sopra un goccetto d’olio EVO, spolverare sopra con il pimenton dolce, il pimenton picante e il sale grosso

  30. che ricetta interessante!!! se hai altri idee, consigli…dai una occhiata al nuovo sito gustorante e dividi con gli altri le tue creazioni!!!

  31. Ciao, una ricetta con il pimenton dulce sarà presto nel mio blog. Me l’ha passata il marito di mia cugina che è spagnolo….baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *