Panini al latte con panelle e crocchè

Buon sabato, mi sembra un miracolo riuscire a scrivere durante il fine settimana, ma approffitto di questi 5 minuti a disposizione per rendervi partecipi del mio ultimo doppio esperimento.
Era da tempo che volevo provare questi panini al latte, poi ieri, trovandomi a Palermo, ho affondato i miei dentini in un mitico panino con panelle e crocchè (ogni volta in cui ci vada colgo sempre l’occasione (e se non c’è la creo;-) per andare a gustarmene uno). A proposito… io l’ho mangiato in Piazza Indipendenza, poi conosco la friggitoria San francesco, qualche altro posto da segnalarmi? Quindi, unendo l’utile al dilettevole, ho preparato i panini immaginandomene già il ripieno, ed il gioco è stato fatto. Alla faccia della dieta.

La premessa per farvi conoscere uno spuntino molto amato dai Palermitani e non, non tipico della mia provincia, ma che a me piace particolarmente…. (e detto da una che di solito snobba roba fritta ….) Adesso, Palermitani, massacratemi pure;-)

Ricapitolando, per i panini ho seguito la ricetta di Paoletta optando per il metodo diretto. Inutile elogiare la loro bontà e sofficità perchè parlano da soli, Paoletta è, come sempre, una garanzia, ed io sono rimasta soddisfattissima del risultato.

panino con panelle e crocchè

Panini al latte (tipo Mc donald’S)

Ingredienti

Farina 500 gr (manitoba e 00 al 50%)
Latte intero 300/325 ml
Burro 30gr
Strutto 10gr
Zucchero 20gr
Lievito di birra fresco 8gr
Sale 10gr
Malto 1/2 cucchiaino da caffè (io ho usato 1 cucchiaino di miele e non ho messo lo zucchero)
Latte per pennellare
Semi di sesamo

Procedimento

Intiepidire il latte e sciogliervi dentro il lievito e il malto (in mancanza di questo miele). Lasciar riposare 10 minuti e nel frattempo setacciare insieme le due farine.Mettere la farina in una ciotola, versarvi il latte gradatamente e far assorbire. Aggiungere lo zucchero, il sale, lo strutto e il burro. Impastare bene a mano o nella mdp.Far lievitare l’impasto fino al raddoppio, ci vorrà circa 1 ora e 1/2…A questo punto sgonfiare un poco l’impasto, e fare le pieghe del secondo tipo. Lasciare riposare coperto circa 15/20′.Poi, senza maneggiarlo troppo, fare pezzature da 90 gr. l’una. Formare i panini e poggiarli su una teglia ricoperta di carta forno. Far riposare 10′ poi pennellare di latte, spolverare di semi di sesamo e lasciar lievitare 1 ora, ma con questo caldo anche meno. Infornare a 180°/190° fino a doratura.

Per le crocchè (per chi non lo sapesse sono delle crocchette di patate, altrimenti dette, cazzilli, 😀 ) ho seguito una delle tante ricette trovate su internet.

 panino con panelle e crocchè

Crocchè

Ingredienti

1/2 kg di patate nuove
1 mazzetto di prezzemolo tritato
3 cucchiai parmigiano
3 cucchiai di pan grattato
sale e pepe
1 albume

Preparazione

Prendete delle patate, lavatele e bollitele in acqua salata per 40 minuti. Scolatele, pelatele e passatele al setaccio aggiungendo parmigiano grattugiato, 2 cucchiai di pangrattato e prezzemolo tritato. Formate dei piccoli bastoncini arrotondati, passateli nell’albume e nel pangrattato e friggete in olio di semi bollente.

Per la ricetta delle panelle vi rimando al blog di Andrea, se non sono ottime le sue…

In Sicilia, quando hai un litro di latte in scadenza è subito biancomangiare. Già, perché
Quella delle fave fresche con buccia e mollica è la ricetta siciliana che voglio proporvi
Pronti per una imperdibile ricetta della pignolata siciliana? Tra tutti i dolci appartenenti a tale
Rieccomi con una nuova ricetta che, devo ammettere, mi ha particolarmente sorpreso, quella del biancomangiare
La pasta al forno con broccoli e scamorza è uno dei cavalli di battaglia di
Condividi:

38 commenti su “Panini al latte con panelle e crocchè”

  1. Buonissimi…magari non tanto light, ma chissenefrega, son trooooooppo goduriosi!
    Bravissima

  2. Ahahahhaah…. Dio santissimooooo…che cosa vedono i miei occhi..è pure quasi ora di cena….Goduriosissimi e quoto a mille anche la farcitura scelta …
    Una botta de vita!!!!!!
    Un bacione tesora…. ^_^

  3. Oh, mamma mia, che meraviglia!!!!! Questo è davvero un peccato di gola strepitosamente godurioso!!! Complimenti per il blog e buona domenica… ^_^

    Ele

  4. Una super super bontà….a Palermo non poss di certo venire…ma cavoli!!! me lapreparo anch’io e me ne frego della dieta ormai parto in vacanza e quello che non ho perso fin’ora non certo lo perdro’ in 5 giorni che mi restano…mi sto deliziando con questi panini e non posso fare a meno di provarli realmente…un bacio e buona domenica *_*

  5. che meraviglia! mi piacciono un sacco le crecchè, è da molto tempo che non le mangio. le panelle sono una mia curiosita’ da sempre. Le ho viste in un documentario sulla cucina, ma ancora non le ho provate. complimenti cara, buona domenica ciao sally

  6. E come potevamo lasciare a caa sta’ bontà?? scherzi?? eheheh benvenuta al brunch e grazie!

    Grazia

  7. ecco questo è proprio quel genere di cose che mi fa impazzire!!!!! mi ci metto ai fornelli per questa delizia…eccome!!!

  8. Proprio stasera parlavamo di fare i panini stile Mc a casa..quelli compratis ono immangiabili, diciamolo!
    Fantastica ricetta!

  9. che meraviglia…:O
    sembrano la goduria fatta…panino!
    le panelle,poi…ce n siamo innamorate mettendo piede in sicilia e le abbiamo mangiate finchè nn abbiamo ripreso il traghetto di ritorno!

  10. io sono solo curiosa di cosa siano queste panelle…hai messo il link del blog di andrea…forse ti sei sbagliata…nella prima pagina non c’è nessuna panella…magari metti proprio il link.-) io i panzarotti amo mangiarli così al naturale…friggi e mangi:-) un baciottolo
    Annamaria

  11. L'Antro dell'Alchimista

    Non li conoscevo proprio ma mi immagino siano paradisiaci !!!! Buona dmenica Laura

  12. Non avrei il coraggio di mangiare un panino di Mc Donalds (sono una mosca bianca lo so!), ma per questo farei carte false.
    Amo moltissimo la frittura, anche se cerco di goderne sporadicamente e adoro le panelle che ho assaggiato alcuni anni fa, quando una collega palermina li preparò per me.
    Ciao

  13. Mi hai fatto scoprire dei cibi che non conoscevo e che mi sembrano super deliziosi, yum che fame! Hai delle ottime ricette, tornerò presto a leggerti, ciao!

  14. Nerina-Cosa succede in città

    la tua ricetta vince il primo premio: piatto preferito da mio figlio!
    grazie 🙂

  15. ciao tesoro!!!
    come ho potuto perdermi tutte queste bonta???
    ora sono tutta un copia, copia, devo assolutamente provare questi panini…
    baci!

  16. Ciao, sai ancheio è un po che vorrei provarli, quando ho tempo ci devo assolutamente provare;))
    buon inizio settimana

  17. Ohhhh finalmente vedo quei fantastici panini di cui mi parlavi… sono spettacolari, davvero golosi! E se te lo dico io che non vado matta per la roba fritta…
    Bravissima Roby!!!

    Un abbraccio!

  18. Non ci crederai…ho passato il weekend affogando tra riviste e programmi gastrnomici…e sono stata letteralmente sommersa da sti’ panini con la milza o con le panelle…e tu, mio tesoro dolce, che fai? ma se non ci fossi, bisognerbbe inventarti!!!

  19. oggesu!!! ho fame!!!! ma quanto sono belli e buoni? sicuramente una bella botta di vita (e di calorie) ma come si fa a privarsene una tantum?

    aaah, questa è una delle ragioni per cui ho scelto le vacanze in sicilia….buon cibo ed amiche deliziose da andare a trovare! 😀

    oh, ormai ci siamo eh? quando ci sentiamo per accordarci?!

    ps. ma ti è arrivata la mia risposta alla tua mail? inizialmente me la mandava indietro, poi sembrav essere giunta!!

    pps. presto sui miei schermi i panini di Paoletta…sbav!!!

    bacio grossissiimo e schioccante!

  20. Ciao Rob 🙂 da quanto tempo, eh??? passa da me che c’è un bel premio per te 🙂

  21. Miiiiiiiiiiiiiiiiiii!!! Hai capito i ‘plemmitani’ che merendina si schioccano???!!!!Più che uno spuntino e merenda è una vera goduria!!! che invidiaaaaaaaaaaa!!! ehheehe a presto dolcezza
    Pippi

  22. tesorucciooooooooooooooooooooo!

    eccomi tornata!ma che favola questi panini, purtroppo non li ho mai mangiati nel luogo di origine ma se ti vuoi fare una risata, settimana scorsa ho fatto il mio primo esperimento di pane.

    una catastrofe.

    bellissimo e profumato appena uscito dal forno (era un filoncino alle olive, si, lo so che si comincia dalle basi, però volevo quello, volevo fare quello e basta!) una mattone di calcestruzzo dopo soli 5 minuti, un incudine (con tanto di sagoma visibile dall’esterno tipo cartone animato) gia’ nel primo tratto di esofago!

    perchèèèè!

    ora provero’ questi panini. ce la posso fare!

    ah, il mio post è in parte dedicato a te!;)

    un abbraccione stritolante!

  23. Buongiorno a tutte/i, benvenute alle new entry e grazie a chi mi ha dato un premio. adesso vedrò di passare da tutti voi, uno per uno, ce la farò???

    Ari la tua email mi era già arrivata la prima volta, ora te ne vorrei mandare una per metterci d’accordo anche se credo che per msn sia sulla buona strada, sto arrivandoooooo:DEd aspetto i panini;-)

    Dolcezza bentornata, vengo subito a vedere anche se ho guià dato una sbirciatina, lo ammetto;-)

    Unika grazie per l’invito:-)

    Joe fiorellina arrivo:-)

    Mauretta il blocco????non so come si faccia, quando dovrò pensarci ti chiederò aiuto senz’altro

    Ciao a tutttttttiiiiiiii:D

  24. Ma che meraviglia questi paninotti cicciottosi :))
    E di questa meravigliosa ricettina delle crocchè, cos’altro si può dire può dire che non è stato già detto?? Devono essere deliziose!!

  25. DAvvero complimenti!
    Bellissimi!
    E quel panino li poi…. c’è un posto qui a roma dove li fanno, le crocchè sono deliziose, la panella pure…. ma sicuramente nulla in confronto a quelle “vere” fatte in casa, come nella migliore tradizione!
    Per il momento mi sono salvata la ricettina.
    Se tutto va come deve andare partiamo per un lungo lungo lunghissimo giro in moto…. quindi proverò questi panini al latte solo al ritorno alla gatteria.
    Ma li provo….. o si se li provo!

    nasinasi già con le mani in pasta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *