Rotolo alle fragole

Tutto è nato nel momento in cui Grazia ha lanciato qualche tempo fa sul “nostro” forum una discussione sul rotolo. Diceva di non aver trovato ancora LA ricetta, ed in più si diceva insoddisfatta del metodo di arrotolamento che prevede l’utilizzo del canovaccio umido.
Le dico che anche a me la cosa non è che vada propio a genio ed aggiungo che gli ultimi tentativi da parte della sottoscritta di ottenere un rotolo degno del suo nome, sono miseramente falliti. Qualche giorno fa poi ha postato questa ricetta ed allora ho voluto cimentarmi anch’io, in più ho abbandonato il canovaccio per sostituirlo con l’alluminio come da suo suggerimento. Il risultato? Il rotolo è rimasto intatto e non si deve più pensare a questioni igieniche, il che è un punto a suo favore.

Premetto che l’aspetto estetico non è quello che avrei voluto, mi sarebbe piaciuto ottenere più “giri” proprio effetto girella, la prossima volta magari lo arrotolo dal lato più corto;-)


ROTOLO DOLCE

La ricetta originale che è della Lazzari (Grazia correggimi se sbaglio) è questa:
5 uova separate
125 farina
125 zucchero
1 cucchiaino di lievito
Come proposto da Graziellina io ho ridotto le dosi adeguandole a tre uova
3 uova intere
75 gr farina
75 gr di zucchero
1 pizzico di sale
Io non ho usato il lievito, nè i 20 gr di burro proposti da Grazia perchè,…ehm… ho dimenticato di aggiungerli all’impasto. Sbadataaaaaaaaa:D E quindi alla fine sono venute fuori le dosi che io utilizzo solitamente per il pan di spagna :O
Ho montato a lungo i tuorli con lo zucchero, almeno per 10 minuti. Poi ho aggiunto gli albumi montati a neve fermissima con un pizzico di sale ed infine la farina setacciata mescolando dall’alto verso il basso con un cucchiaio di legno.
Ho versato sulla teglia ricoperta di carta da forno ed in forno a 180 C° per 15 minuti circa.
Una volta cotto, l’ho privato della carta forno, l’ho trasferito su un foglio di alluminio e l’ho arrotolato su se stesso.
Ripieno:
250 gr di ricotta
200 gr di philadephia light (avevo questo tipo in casa)
3 cucchiai di zucchero
2 fogli colla di pesce
2 cucchiai di latte
fragole q.b.
Montare la ricotta ed il philadelphia con lo zcchero, aggiungere la colla di pesce sciolta nel latte tiepido e conservare in frigo.
Al momento di farcire il rotolo, tirare fuori il contenitore dal frigo, spalmare la crema sul rotolo e cospargere con le fragole a pezzettini. Decorare a piacere.

27 commenti su “Rotolo alle fragole”

  1. proprio bello rob! e stessa tecnica che ho utilizzato anch’io, anche se con ricetta diversa…esperimento risucito! bacione

    eli

  2. PS: e visto che sono la PRIMA quella bella fetta fragolosa è per ME! 😉 baciooooooo

  3. Che splendido rotolino, con quei colori pastelle e quella cremina…mi viene voglia di infilarci un dito!
    Un bacio e buona giornata
    FRa

  4. slurp…mi ispira un casino….ma…problema….sono impeditissima con la colla di pesce…cioè..mai usata ma non credo di essere in grado…cioè non so se questi famosi fogli bisogna farli completamente sciogliere(in questo caso nel latte)..perkè certe volte leggo: strizzare i fogli….mmmmm…non capisco!grazie mille e ancora complimenti…
    ;P

  5. mamma che bonta!!!è daun po che nn mi cimento nel rotolo….io ci metto 50 ml di olio di girasole invece del burro (su 3 uova9 e viene bene uguale…ciao baci

  6. Che delizia! Chissà perchè non mi sono mai cimentata con un rotolo. Ho sempre paura che mi si spezzi. Ma ne ho visti talmente tanti e belli in giro che voglio provare prima o poi.
    Con le fragole deve essere ottimo. Complimenti. Ciao, Alex

  7. Complimenti questo rotolo è bellissimo! Trovo che abbia dei colori pastello molto delicati! Favolosa anche la decorazione… Non sai cosa darei per mangiarmene un po’… Gnam!
    Bravissima, come sempre!
    Baci

  8. Non sono un’esperta di rotoli per cui non entro nella discussione canovaccio sì, canovaccio no. Dal mio punto di vista il tuo è molto molto invitante 🙂
    Ciaooo,
    Aiuolik

  9. ho fatto ben pochi rotoli in vita mia, solitamente con nutella o nutella mascarpone e cocco (leggeri, si 😛 ) e una volta appreso il trucco del burazzo bagnato non mi si è mai rotto e mi sono trovata sempre bene. Non ho seguito la discussione, qual’era il fulcro del problema?
    Cmq il rotolo che hai fatto è golosissimo *_* bellissimo anche il ripieno, forse ti è venuto poco “girella” perchè c’era troppo ripieno rispetto alla grandezza del rettangolo, può essere? in alternativa prova dal lato piu corto, quoto!:) baciotti e buon weekend ormai 😛

  10. Ma cicciaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! perchè non mi hai detto del rotolo? come ti sei trovata? io lo vedo perfetto da morire anche come spessore….era proprio quello che volevo! il mio era venuto troppo, troppo doppio! e di sapore? t’ha gustato oppure no?
    hai visto come l’alluminio tira via la crosta? non me l’aspettavo….

  11. ciao tesoro
    sai che anche io mi associo alla storia del canovaccio …. ma solo perchè poi occorre lavarlo e puzza d uovo… non proprio l ideale… io uso la carta da forno bagnata e strizzata il risultato perfetto… rimane tutto pulito e la riuso per lasciarlo a riposare in frigo…
    un bacioneeee lalla
    dimenticavo … io lo faccio sempre al cioccolato ma la tua versione nn passa certo inosservata!

  12. buonissimo e bellissimo***
    ah per il tuo regalo di compleanno fuori stagione ci sto pensando ok?
    bacetti cremosi e arrotolati
    cla

  13. Ma io amo le fragole!!!!
    Quindi questo rotolo è fantastico!!!

    Che bbbbuono!!! :-))

    Un abbraccio, buona notte!! 🙂

  14. Sto per svenire davanti a questa meraviglia!
    Copiato anche se sono a dieta,dopo l’influenza ho proprio bisogna di una coccola come questa!
    Bacioni

  15. Salve ragazzi, grazie per i vostri commenti, come sempre sapete come rendere piacevole la mia giornata
    🙂
    Vi auguro un super weekend e Claudia…..io aspetto, ti aspetterò tutto il tempo che vuoi:D
    Ricambio i baci cremosi e te ne mando qualcuno fragoloso:-)

    Arietta la storia del canovaccio in sintesi si riduce al fatto che non volevo più utilizzarlo soprattutto per questioni igieniche ed ho trovato una valida alternativa nella carta stagnola. Bacetti anche a te.

  16. Ciao, sono capitata nel tuo blog e devo dire che è molto bello, anche questa ricettina è decisamente da provare! complimenti

  17. Blu, in effetti hai ragione, ma io non demordo!!! Ci riproverò e verrà come dico io!:D
    Mauretta grazie:-)
    Mammazan buona giornata anche a te:-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *