Treccia dolce sofficissima e nuovi arrivi…

Vi sarete mica chiesti che fine abbia fatto? Beh spero di si;-) Innanzitutto comincio col chiedervi scusa per la mia assenza dai vostri blog e per il fatto di non rispondere tempestivamente ai vostri commenti sul mio.
Sinteticamente vi dico che sono ancora viva e che sto bene.
Martedi, come gli affezionati sapranno, sono finalmente andata dal mio adorato dentista (si, ho usato adorato e dentista nella stessa frase…). Vi ho mai parlato di lui? E’ giovane, avrà un 35-36 anni, sempre “lampadato,” e moooooooooolto disponibile, tanto che quando ha saputo del fattaccio mi ha detto: ma tu avresti dovuto chiamarmi, ora ti do il numero del mio cell, chiamami per qualsiasi cosa, mi raccomando :O. Ecco perchè, oltre al fatto che il mal di denti aveva reso il mio tanto aspettato weekend un incubo, ci sono andata volentieri:P
Comunque devo ritornarci martedi prossimo perchè, dopo avermi rimproverata per essere arrivata all’appuntamento alle 18 anzichè alle 17.45, (sfido chiunque ad uscire da lavoro alle 17.40, passare da casa, darsi una rinfrescata cercando di rendersi presentabile e correre al suo studio, tutto rigorosamente APIEDI) e di fronte a me che gli rispondo candidamente : “Ma non dovevo venire alle 18?” Quando sapevo benissimo che no, non dovevo andare alle 18 😉 mi ha spiegato che doveva andare via e che quindi non sarebbe potuto intervenire….Vabbè, daltronde aveva anche un pò di ragione, uffffffff…….
Nuovi arrivi in casa Cook, a parte il mio fratellino che è tornato una settimana fa dalla Spagna insieme alla sua dolce metà, portando con sè una serie di cosine tra le quali i tanto sospirati semi di papavero ( quando li cercai quì, dopo aver ricevuto delle occhiatacce, quasi stessi chiedendo della droga, mi sentii rispondere: Ma non lo sai che non si possono commercializzare!!!!???? Vabbè sorvoliamo…), martedi sera, per rendere il post-dentista (vedi su), più piacevole, mi hanno regalato questo libro sulla cucina indiana. Ma sono o non sono adorabili? 😀
 


Inoltre ci sarebbe anche qualche altra cosa in arrivo, ma sono indecisa se dirvela o no, fino a quando non arriva…che faccio lo dico o non lo dico? lo dico o no? Si? No? Okokok, non maleditemi, ve lo dico: la macchina del pane!!!!Si, proprio lei, sta per arrivare, prossimamente su questi schermi, ed a quel punto tratassero di domande chiunque ce l’abbia, quindi tenetevi pronte 🙂

La dolce Camomilla mi ha invitata a partecipare all’iniziativa “Blog sull’arte culinaria” di Gianluca Pistore. Si tratta di un modo per incrementare le visite dei nostri blog rendendoli più visibili ai motori di ricerca.
Quì troverete le regole per aderire a questo progetto:
Grazie Camo!!!
A questo punto si dovrebbero nominare indicativamente 4 blog.
Ecco le mie scelte:
Elis
Claudia
Micaela
Dolcezza

In tutto questo ho trovato però il tempo di preparare questa treccia, forse sarebbe meglio definirla trecciona, avete visto quanto è gigante :O:O:O In forno è gonfiata tantissimo! La sto mangiando a colazione in questi giorni inzuppandola nel latte e non vi dico la bontà…non a caso si chiama treccia sofficissima, provatela:-) La ricetta originale prevede che sia ripiena, io ho preferito farla semplice, anche se poi l’ho spalmata di nutella 😛
La ricetta l’avevo presa su Cookaforum, la riporto quì sotto.

 

Treccia dolce sofficissima

per il lievitino

1 cubetto di lievito di birra
100 gr di acqua
100 gr di farina 0

per l’impasto

400gr farina 0
100gr acqua
50 gr di latte
150 gr di zucchero
1 bicchiere di olio di semi (io ho usato quello bianco di plastica)
1 cucchiaino di sale

 


lievitino:
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e impastare rapidamente con la farina (è molto liquido)lasciare lievitare per mezz’ora.
impasto:
nel frattempo mettere lo zucchero,l’acqua e il latte in un pentolino e fare sciogliere sul gas. Porre a raffreddare. Passata la mezz’ora riprendere il lievitino e mettere dentro la farina, lo sciroppo di acqua e zucchero (che non deve essere caldo) l’olio e il sale.Impastare (il composto è molto morbido se lo ritenete aggiungete la farina ma non troppa).
Lasciare lievitare 1 ora, metterlo sulla spianatoia (non aggiungere farina è meglio)lavorarlo velocemente, formare un cilindro e dividerlo in tre parti uguali.Ricavare altri 3 cilindri e formare una treccia.
Rimettere a lievitare (coperta con un panno) per altri 30 minuti
In forno a 180° per 35 minuti ed ecco cosa esce fuori.

Bene, credo che per il momento sia tutto. Alla prossima:-)

 

45 commenti su “Treccia dolce sofficissima e nuovi arrivi…”

  1. Mamma mia che splendide foto, che rendono appieno la sensazione di morbidezza e sofficità………
    dev’essere buonissima!
    Buon pomeriggio

  2. mmm…ora non ho il tempo che vorrei per commentare il dentista e tutto il resto, grazie di aver pensato a me! anche se non ho ben capito cosa devo fare, vedendo la tua treccia ho appena realizzato che dovevo preparare il pane alle olive per la cena di stasera (ho gia’ infornato 3 teglie di meringhe grosse come una monetina da 5 centesimi e una base rotonda da torta di meringa..mi manca solo il pane, due gelati, i biscottini e le salse
    ce la posso fare..
    grazie cara!!

  3. Wow tesorina complimenti per il libro (bellissimo :O) e per il nuovo arrivo!! Anch’io vorrei comprare la macchina del pane, uffi!

    Ma quanto è morbida questa trecciona?? Le foto (perfette, come sempre) rendono ampiamente l’idea… E’ spettacolare! Ora che mi sembra di aver fatto pace con lievito, posso azzardarmi a farla… Speriamo!
    Un abbraccio e buona serata!

    p.s. aspetto con ansia le ricette indiane eh… 😀

  4. ….mi fa male un dentino…..mi passi il cell del tuo dottoreeeee????????? ehehehehehehhe a parte gli scherzi se dentista deve essere che sia almeno carino da guardare negli occhi mentre ti trapana!!!! la treccia è morbidissima e chissà che bontà! un abbraccio Pippi

  5. Ciao ciao, ho una cosuccia per te, quando hai due minuti passa da me, e magari portami un pezzo di questa bella treccia!!!sally

  6. ooooo povera come ti capiiiiscoooooo!!!! 🙁 il dentista fa un brutto effetto anche a me.. e pensa che il primo che ho visto io nella mia avventura gonfiosa aveva si e no 60 anni 🙁
    la treccia è fantastica… ma quindi la macchina del pane ti paice?? 😀 io è da un po’ che ci penso e ancora non mi sono decisa!
    bacioooo

  7. Ciao, anche io un periodo mi ero fisssata di fare il pane in casa, però non facevo il lievitino, solo acqua farina lievito e un po si sale, e di dirò che non mi veniva male, ora proverò anche con la tua ricetta;))

  8. uhh povera il dentista….ma mi sembra che ti sei ripresa benissimo!!! Davvero ti hanno detto che non si commercializzano i semi di papavaro????uhhhhsantocieloooooooooooo….io ho l amacchian del pane…usata un sacco prima dell’arrivo del ken….abastanza per cuocere, ma soprattutto per impastare tanto tanto tanto! un baciotto

  9. Il tuo Sito è segnalato su “45 Blog”, avvisa i tuoi amici!
    http://www.quarantacinqueblog.blogspot.com/
    Se hai anche tu altri siti o Blog da segnalare, lasciami un commento oppure mandami una email.
    Ciao, Max.

    Il tuo sito o blog è segnalato su “45 Blog” e vuoi inserire gratuitamente il tuo banner o il tuo antipixel?
    Vai su http://www.quarantacinqueblog.blogspot.com nella sezione “SITI AMICI'”, guarda e se fossi interessato all’inserimento puoi mandarmi una e-mail con il relativo codice da inserire.
    Ciao, grazie e buona giornata.

  10. Non parlo di dentisti per non rivinrami la giornata…e anche se hai un dentista strafigo, cambia poco!!! Boooona la trecciona, e’ splendida! Ah, ospitiii… quindi che fai, ti dai un po’ a tapas e paella?

  11. ciao sweet! troppo buona la treccia spalmata di nutella, una delizia! ora xò non ho nutella, la spalmerei con la marmellata che ho appena fatto: pesche e caffè. va bene lo stesso? eh eh! non sapevo fossi siciliana, questa è una piacevole sorpresa!!! a presto, buona giornata!

  12. ma dove sei? volevo dirti che…hai vinto un premio!:) no maliziosona non perchè me lhai dato tu allora te l’ho ridato! 😛

    e pure diverso! dai vienitelo a prendere!

    mi è pure arrivato il pacco asos!

    un abbraccione

  13. La magicamacchinetta!
    Io senza di lei non so più come farei!
    vero è che la uso solo per impastare e fare la prima lievitazione….. e nel frattempo spignatto, pulisco, coccolo i gatti e GG….. ma non saprei davvero farne a meno!
    Si………….. se arrivasse il marito di ferro della barbie…. il Ken, per capirci, magari qualche cornino lo potrei fare alla magicamacchinetta….. ma solo per lui!
    Un abbraccio forte forte…. e saluta il lampato!

    nasinasi

  14. Quante newssssssssss… anche se una già la sapevo ^_^

    La treccia la conosco…l avevo provata pure io!!!!!
    Per il resto? Dentista super lampadato??? Mhhhhmmm è single????

    AHahahhahah…cara Sweet ti auguro un fantastico week end

  15. ciao bella! bellissima le trecciona, molto molto invitante!!! adesso vado a sbirciare… grazie x aver pensato a me!!! u bacio grande, eli

  16. Anche a me è arrivata la macchina per il pane, dalla madre del mio moroso, con le istruzioni in tedesco 🙁 Vabbè ora me la comincio a studiare…per ora campeggia con la sua enorme mole sul pensile di cucina
    Un bacio e buon w/e

  17. Certo che la tua treccia non scherza mica in quanto a sofficità! Vien voglia di rubarsi quella fettina e spalmarci sopra mezzo dito di nutella!!!
    Un bacione, Alex

  18. L'Antro dell'Alchimista

    Oddio queta storia del dentista mi ha fatto morir dal ridere. Bellissima a tua sofficissima ricetta. Buona domenica Laura

  19. aooo e dai che mi annoio senza di te! che stai facendo?! e poi dove sono finiti i dolcetti del titolo! io li rivoglio!

    uffa!

  20. Sono capitata qui per caso cercando una ricetta per i sofficini fatti in casa. Questo blog mi sembra meraviglioso!!!! Bellissime ricette e bellissime foto!

  21. ciao,preparo l’impasto e domattina mi cimento cin questa favolos treccia..mia cara io sono un convina alla macchina del pane!!!!Sono gia alla SECONDA macchna,la PRIMA l’ho consumata a furia di usarla!ANzi ne ho una TERZA in mansarda x quando devo far porzioni GROSSE!!!non potrei farne a meno!!!impasto anche la pasta x le lasagne ,anche se sul ricettario non lo prevede BUTTATI CIAOOOOOOOOOOOO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *