Arancini al pistacchio: ricetta

La scorsa settimana mi è venuta una voglia improvvisa di arancini al pistacchio, non so perchè, ma avendoli visti spesse volte in giro e non avendoli mai assaggiati, ho voluto provare a prepararli da me, complice anche il fatto di avere trovato un sacchetto di tale frutta secca, del quale non sapevo dell’esistenza, in un cassetto della cucina.

Ho una ricetta dei classici arancini di riso siciliani che preparo ormai da qualche anno, datami da una vicina di casa che un tempo era titolare di un ristorante, e difatti la trovo valida e fonte, sempre, di ottimi risultati, ma per quanto riguarda il ripieno di quelli al pistacchio, dopo aver fatto una rapida ricerca sul web, ho trovato davvero pochi risultati e diversi gli uni dagli altri, così mi sono affidata al mio forum di fiducia, dove la mia conterranea Marjlet (a proposito, grazie per l’aiuto) mi ha illuminata.

Vi posto la ricetta degli arancini siciliani e la variante ai pistacchi sperando di farvi cosa gradita:-)

Arancini ai pistacchi
Author: Ro
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • Per gli arancini:
  • 1 lt di acqua
  • 500 gr di riso
  • 1 dado
  • 1 bustina di zafferano
  • 60 gr di burro
  • Per il ragù:
  • carne macinata
  • cipolla tritata
  • 1 foglia di alloro
  • salsa di pomodoro
  • sale
  • spezie a piacere (noce moscata, cannella, pepe)
  • piselli (cotti a parte)
  • parmigiano grattugiato
  • galbanino a cubetti
  • pangrattato qb
  • Per la pastella:
  • Acqua qb
  • Farina qb
Instructions
  1. Preparare il ragù facendo soffriggere la cipolla nell’olio extra vergine di oliva, aggiungere la carne macinata, una foglia di alloro e delle spezie a piacere. Quando la carne è cotta aggiungere la salsa ed il sale, e fare cuocere fino a quando il sugo non si restringe.
  2. Aggiungere i piselli, precedentemente cotti a parte, al ragù ed insaporire con qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato. Fare raffreddare.
  3. Mettere a bollire l’acqua. Una volta giunta ad ebollizione versarvi lo zafferano, il dado, il burro ed il riso. Quando il riso è cotto stenderlo su un piano per farlo raffreddare.
  4. Prendere il riso un po’ alla volta e stenderlo sulla mano cercando di creare un incavo nel quale mettere del ragù e dei cubetti di galbanino. Coprire con altro riso cercando di formare delle palline.
  5. A questo punto preparare la pastella con acqua e farina, tanta quanta ne basta per ottenere un composto denso ma non troppo. Immergervi gli arancini, uno per volta, e passarli nel pangrattato. Friggerli in olio bollente fino a completa doratura.

Da sapere

Un consiglio indispensabile per l’ottima riuscita degli arancini in generale sta nell’aggiungere il burro in pentola prima del riso, e non a fine cottura. Così facendo eviterete che i chicchi non si attacchino tra di loro ma, al contrario, restino ben separati.

Ripieno e varianti

Per il ripieno fare soffriggere una cipollina con olio e burro, unire della besciamella e mescolare bene. Sempre sulla fiamma unire tantissima polvere di pistacchi (almeno 150 gr), del sale, del pepe e del prosciutto a pezzettini. Una volta che il riso si sarà raffreddato formare gli arancini mettendo il ripieno al centro con dei pezzettini di formaggio o mozzarella.

Alternativa a questa ricetta è quella degli arancini al pistacchio e speck o con la pancetta.

Gli arancini al pistacchio al forno possono rappresentare una variante più leggera: fateli cuocere a 220 °C per 15 minuti.

Se amate quelli salati, non potete perdere la ricetta degli arancini dolci al cioccolato (fondente).
Se amate i primi piatti a base di pesce, la ricetta del risotto zucchine e
Riuscire nella coltivazione, in Sicilia, di uno zafferano di alta qualità che nulla abbia da
Come vi ho detto di recente, la mia passione per la cucina giapponese è in
Una delle mie ultime passioni? La cucina giapponese. Nonostante mi sia dedicata negli ultimi tempi
Condividi:

50 commenti su “Arancini al pistacchio: ricetta”

  1. meraviglia delle meraviglie! :-O non è che mi inviti a cena?!? mi passano sia la nausea che il mal di ossa, giuro!!! bravissima come sempre! un bacio

  2. Devono essere buonissimi!!Solo un suggerimento per gli arancini al ragù metti la fontina al posto del galbanino..fila moltooo di più!!Comunque i tuoi arancini sembrano uguali a quelli di Bronte!!!

  3. Mirtilla anche se non abito a Palermo ti confesso che ce l’ho anch’io;-)
    Farfallina, la prossima volta seguirò il tuo consiglio, io quelli di Bronte non li ho mai visti dal vivo, sono contenta di essermi avvicinata al risultato;-)

  4. questi sono da provare assolutissimamenteeeeeeeeee
    i pistacchi ci sono, il riso non manca mai appena trovo un secondo mi metto all opera!
    baci lalla

  5. farci cosa gradita?? ma stai scherzando? sto sbavando davanti a questa prelibatezza che adoro!!! originali siciliani li ho assaggiati solo una volta e me li avevano portati da palermo, erano buoni anche riscaldati! non vedo l’ora di farli è da tanto che desidero provarci!! e ho anche i pistacchi di Bronte di claudia! olè!!

  6. Tu mi vuoi far morire davanti allo schermo! Cosa darei per materializzarlo proprio in questo istante! FAN-TA-STI-CI!!! Bravissima, complimenti. Buon WE, Alex

  7. Ma grazieeeeeeeeeeeeee a tutti:-)

    Gunther io quì (in Sicilia)la polvere di pistacchi la trovo al super, oppure compro i pistacchi interi e li frullo ottenendola.
    O ancora anche nei negozi che vendono prodotti tipici:-)

    Arietta ti auguro quando verrai in Sicilia di fartene una bella scorpacciata, sono sapori che non si dimenticano facilmente;-)

    Lety, quiandi dici che mi sono avvicinata agli originali? Wow

    Grazie, grazie, grazie a tutti uno per uno:D

  8. stamattina qui non si vive ragazze vi siete messe d’accordo? io fra mezz’ora devo andare in palestra a sudare e non devo assolutamente pensare al mangiare.,,,,,, ma qui non si resiste,,,,questi arancini sono deliziosi……..complimenti!
    unbacio Pippi

  9. Che delizia sweet…sono un sogno! con quel bel ripieno verdolino. Grazie per la bellissima ricetta
    Un bacio grande
    Fra

  10. Ma che buoni! Complimenti! Non sono una grande esperta di arancini e non avevo mai pensato all’abbinamento coi pistacchi!
    Slurposissimi!

  11. Sono un’amante appassionata dei pistacchi, non posso che copiarmi questa tua ricetta!
    Bravissima!!! GG

  12. ma allora mi vuoi fare del male! da quando ho scoperto quante calorie hanno i pistacchi non dormo piu’ come prima! 🙂 ma un arancino non ha mai fatto male a nessuno no!? e allooooora!

  13. :O…
    che ripieno favolosooooooo! mammamia, da urlo! senti, non ho mai fatto gli arancini perché non mangio quasi mai il fritto, quindi da inesperta totale in merito ti chiedo… si possono cuocere in forno? o al cartoccio? tenc iuuuuu! 😀

  14. camalyca-la mucca pazza

    Ma come sono belli! Devono essere anche buonissimi!
    Hai avuto una splendida idea. Bravissima.

  15. astrofiammante

    sono stupendiiiiii! e sicuramente uno
    tira l’altro…..io non so friggere..
    pensi si possano mettere al forno?

  16. spettacolari gli arancini..io li mangiavo sempre da un signore palermitano che impiegava tdue giorni a prepararali…che buoni…che trsitezza questa mia vita senza frittura..mm..bacino. Lety

  17. che belliiii!!!con qsto ripieno xò nn li avevamo mai sentiti…bè,vuol dire che li proveremo così ti potremo dire se erano davvero buoni o no…ci tocca!!! baci buon we

  18. non li ho mai fatti ma il mio ragazzo li adora…me li segno! devono essere di una bontà! baci

  19. Mai visti gli arancini al ripieno di pistacchi! Mi hai messo una curiosità!!!! Dovresti suggerirli ai traghetti delle Ferrovie dello Stato così potrei provarli al posto dei classici arancini al ragù che prendo ogni volta che attraverso lo stretto per andare in Sicilia. Sto delirando vero? Cat

  20. Che entusiasmo!
    A Palermo per Santa Lucia si festeggia mangiando ogni genere di bontà che (per tradizione votiva) escluda la preparazione con farinacei (ho scritto oggi un post su questo), e dato che quest’anno santa lucia viene di sabato stavo pensando di fare una cena… Cercavo giusto qualche idea che mi risparmi di fare le arancine (le faccio ogni anno ma quest’anno non ho tanto tempo) e cosa ti trovo qui? Non solo delle idee bellissime da provare per delle arancine originalissime (magari da fare con calma, quando non c’e tanta gente invitata) ma anche questa schiacciatina di ceci! La farina di ceci è tipica di questa festa, e di Palermo in genere, si usa per fare anche le panelle!
    Graziegraziegrazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *