Castagnaccio dolce

Erano anni che volevo provare il castagnaccio dolce, ma a dire la verità le ricette trovate in rete non mi avevano incuriosito a tal punto da spingermi a cimentarmi. Fino a quando non ho visto la loro. Ed è così che finalmente sono riuscita a sfornare un castagnaccio all’altezza di tutte le mie aspettative. Dolce ma non troppo (proprio come piace a me), umido e compatto, si scioglie quasi in bocca: insomma, da inserire sicuramente nella lista delle mie ricette preferite.

E dire che riuscire a prepararlo non è stato affatto semplice: non per la ricetta in sè, di semplicissima esecuzione ed a prova di principiante (anche se ammetto di avere dovuto passare al setaccio anche io il composto perchè ricco di grumi), ma per la difficile reperibilità della farina di castagne: per trovarla ho dovuto penare!

Come dicevo, ho seguito la ricetta de “Il goloso mangiar sano” (adoro il loro canale youtube!) con tanto di salsina al cioccolato con cui ho irrorato le fette prima di servirle. Se amate i dolci “budinosi” dovete provarlo. Dimenticavo, l’unica modifica da me apportata è stato il non aggiungere l’uvetta che, volendo, si potrebbe sostituire con delle gocce di cioccolato.

Castagnaccio fetta

Curiosità

Il castagnaccio, dolce di origine povera, proviene dal Centro Italia. Le prime notizie che se ne abbiano risalgono al 1553. Ecco la ricetta:

Castagnaccio dolce
Author: Ro
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • 250g farina di castagne
  • 700ml di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova
  • 60g di zucchero di canna
  • 60g di olio di semi
  • 50g uvetta
  • cannella qb
Instructions
  1. Versare in una ciotola tutti gli ingredienti miscelando bene quindi unire, a filo, il latte per evitare di formare dei grumi.
  2. Ottenuto un impasto liscio trasferirlo in una teglia da forno rivestita di carta forno precedentemente bagnata e strizzata.
  3. Distribuire sopra l’uvetta (se la si usa) e spolverare con abbondante cannella. Cuocere in forno caldo a 175°C per 30 minuti. Una volta cotto tirarlo fuori e farlo raffreddare completamente, quindi servirlo a fette irrorandolo, a piacere, con la salsa di cioccolato ottenuta mescolando insieme cacao, zucchero e latte.
Voglia di cioccolato? Allora non potete non provare questi dolcetti di origine brasiliana che portano
Che lo chiamiate golden milk o latte d'oro la sostanza non cambia. Quella che vi
Di ritorno da una breve ma intensa vacanza che mi ha arricchito particolarmente e durante
Qual è il dolce al cucchiaio più semplice da realizzare? Per me sicuramente la panna
Ho fantasticato a lungo su un mio eventuale (e per molto tempo improbabile) ritorno. Così
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *