Migliaccio napoletano dolce ricotta

Migliaccio napoletano dolce con ricotta

Credo che dopo aver postato questa ricetta del migliaccio napoletano dolce con ricotta mi asterrò dall’inserirne altre per qualche giorno, umh…facciamo per qualche ora? Non so se ce la farei a resistere :-/ Del resto è d’obbligo postarla oggi che è martedì grasso, farlo un altro giorno non avrebbe senso dato che si tratta di un dolce tipico di Carnevale.
Passiamo alla ricetta che non è farina del mio sacco ma di una cuochina eccezionale (in tutti i sensi), Precisina di Alf, le cui ricette sono sempre una garanzia. Appena letti gli ingredienti principali, semolino e ricotta, sono stata spinta dalla cuoriosità di come sarebbe risultata la consistenza.

Il migliaccio napoletano è un dolce umido e compatto, come piace a me, e la presenza del cedro e delle mandorle gli conferisce un gusto particolare. Io sono rimasta assolutamente soddisfatta tanto da averlo eletto come uno dei miei preferiti del momento. sua versione senza la ricotta non oso provarla.

Migliaccio napoletano dolce con ricotta
Author: Ro
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • 750 ml latte (viene bene anche con quello parz. screm.)
  • 250 gr semolino
  • buccia gratt. di 2 limoni
  • 1 noce di burro
  • sale q.b.
  • 200 gr zucchero (io ne metto 100 gr)
  • 300 gr ricotta
  • 2 uova
  • 100 gr mandorle tritate finemente
  • 80 g cedro a cubetti
  • 1 misurino di limoncello
  • 2 bustine di vanillina
Instructions
  1. Far bollire il latte con la buccia di limone, il burro e un pizzico di sale. Abbassare la fiamma al minimo e versarvi lentamente il semolino mescolando continuamente: deve diventare denso e senza grumi.
  2. Spegnere e lasciar raffreddare. Unire, quindi, tutti gli altri ingredienti ed amalgamare il tutto.
  3. Versare il composto in uno stampo imburrato ed infarinato da 22-24 cm e cuocere a 200 gradi per circa 1 ora, spegnere appena diventa di un bel colore dorato.
  4. Prepararlo un giorno prima e conservarlo in frigo. Ottimo freddo.

Sotto riporto la ricetta così come l’ha postata lei, come del resto ho eseguito io, utilizzando quindi il latte parzialmente scremato e 100 gr di zucchero anzichè 200.

Migliaccio napoletano dolce ricotta

Varianti

Il migliaccio napoletano dolce esiste sia nella versione senza ricotta che in quella salata. In quest’ultima si presenta come una sorta di torta rustica di  farina di mais arricchita con salumi e formaggi vari che, oggi, hanno preso il posto della carne di maiale anticamente utilizzata

15 commenti su “Migliaccio napoletano dolce con ricotta”

  1. ottima , devo aver mangiato sicuramente in qualche parte d’italia, mi ricordo la sapidità unita a leggerezza, e certe cose le ricordo x sono una golosa e non una mangiona e mangio con gli occhi x iniziare e poi con il palato buona giornata

  2. WoW quante delizie hai postato!!!!Questo migliaccio sembra facilissimo da fare!Gnocchi,frittelle…bravissima, non so come ci riesci, qui il tempo è tiranno.Per oggi ti linko e mi rifaccio gli occhi poi cerco di fare qualche tua ricetta…A presto

  3. Ciao ragazze:-)
    marcella la cuochina che ha postato la ricetta è Ischitana, quindi suppongo sia tipico della Campania.
    cannelle grazie 1000, purtroppo neanch’io ho così tanto tempo, infatti mi rifaccio nel week-end.

  4. Oh finalmente!!! Mi sono comprata mezzo kg di semolino e ora ce l’ho lì ad aspettare la scadenza… nei biscotti o nei dolci ce ne metto poco, per lo meno con questa ricetta riesco a farne fuori un po’!
    Grazie

  5. dolcetto, ecco un ottimo modo per utilizzare il semolino, quello che ho usato per questa ricetta giaceva in dispensa da almeno 1 mese;-)
    ari non c’è bisogno che te lo confermi, sai che la ricetta è di precy
    marcella, perfetto, andrò a vedere la fine della ricetta:-)

  6. Ciao nino, sono contenta che le ricette e le foto ti siano piaciute, sto cercando di curarle il più possibile, e non sempre mi sembra di riuscirci. Grazie anche per il )

  7. da napoletano DOC mi permetto far osservare che sarà pure buono ma di napoletano solo il 60% infatti il migliaccio DOC NON DEVE CONTENERE MANDORLE (ORRORE) mio nonno pasticciere si sta rivoltando nella tomba e manca poi di un ingrediente fondamentale: una fiala di acqua di millefiori e poi si che è napoletano!

  8. Grazie per il tuo intervento, a dir la verità io sono siciliana e avendo visto questo dolce su un forum che frequento, ne sono rimasta incantata soprattutto per gli ingredienti. Lungi da me affermare con certezza che sia napoletano Doc, ho solo seguito una ricetta di una valida cuoca e mi è piciuto tantissimo. Non metto in dubbio che senza mandorle e con l’aggiunta di acqua di millefiori sarà altrettanto buono, anzi mi piacerebbe assaggiarlo.
    Comunque permettimi un appunto: nella mia poca, pochissima esperienza ho capito che non esiste UNA sola variante di un piatto, ma ogni famiglia la perfeziona a proprio piacimento come nel caso della caprese (c’è chi mette la farina e chi no, chi il lievito e chi no) o della pastiera (grano o meno, crema pasticcera o solo ricotta) e via dicendo. Comunque ti ringrazio per il tuo intervento:-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *