Chiffon cake al cappuccino

Ok, vi confesso una cosa: ho scoperto perchè la chiffon cake si chiama così, ed aggiungo che non avrebbero potuto darle un nome più appropiato 😉
Vi state chiedendo come faccio ad esserne così sicura?
Perchè l’ho sfornata qualche ora fa (faccina estasiata) ed non avrei mai creduto che fosse possibile che una torta così soffice sarebbe mai uscita dal mio forno (faccina incredula).
Era proprio ora di provarla, un paio di mesi fa avevo ordinato lo stampo che da settimane stazionava insieme ai suoi compagni nella credenza.
Avevo meditato così tanto sul comprarlo che nell’attesa mi dicevo che lo avrei subito inaugurato…

Ed invece niente, per giorni e giorni è rimasto lì, in un angolino ad aspettare non so cosa, forse la molla che scatta nella mia testa nel momento in cui decido quale ricetta testare di volta in volta, scelta assolutamente non dettata da una logica del tipo “ho nel frigo della ricotta, potrei preparare una torta”, noooooooooo troppo facile così, ma quelle decisioni che prendi in seguito magari a quei flash che ti colpiscono nel cuore della notte nei quali ti lasci scappare: domani DEVO assolutamente provare (come in questo caso) la chiffon cake.
Ma il cremor tartaro ce l’hai? Eh, no, ovviamente non ce l’hai in casa, ma io DEVO provarla e quindi dimentichi la ricotta di prima e ti rechi apposta al super per comprare questa famigerata polverina bianca necessaria alla buona riuscita del dolce….Vabbè mi fermo perchè sto delirando, oggi sono un pò così, a tratti tranquilla, a tratti irrequieta senza un reale motivo…ma questo è il bello di me, cambio umore come se niente fosse…..
Le ricette che girano sul web sono tutte pressochè identiche, riporto quella che ho trovato scritta sulla bustina di cremor tartaro che è sostanzialmente uguale alle prime.
Ovviamente io l’ho modificata a mio piacimento diminuendo la dose dello zucchero e scegliendo di ottenere un gusto al cappuccino.
Per una chiffon cake classica basta evitare di mettere il caffè ed il caco ed aggiungere della scorza di limone grattuggiata.
Avendo uno stampo molto piccolo (18 cm di diametro) ho dimezzato le dosi, quelle che riporto sotto sono per uno stampo “normale” da 26-28 cm.

Chiffon cake al cappuccino

285 g farina 00
300 g zucchero
6 uova
195 ml acqua
120 ml olio
una bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di cremor di tartaro
1 cucchiaino sale
1 bustina vanillina
1 cucchiaio di cacao amaro
1 tazzina di caffè ristretto

Passare lo zucchero per qualche secondo al frullatore in modo da renderlo piu’ fine.

In una grossa ciotola setacciare insieme farina, zucchero, lievito e sale.

Fare un buco al centro e versarvi i seguenti ingredienti, in questo ordine:olio, tuorli, acqua, , semi vaniglia. NON mescolare e mettere da parte.

Montare a neve fermissima gli albumi con il cremor di tartaro.

A questo punto amalgamare tra loro gli ingredienti della ciotola con la farina, fino ad avere un composto liscio ed omogeneo.Agigungere gli albumi a questo composto, in 3-4 riprese, mescolando delicatamente per non smontarli.

Versare in uno stampo a ciambella NON unto in alcun modo ed infornare subito.

Cuocere per 55 minuti, quindi aumentare la temperatura a 175 gradi e cuocere altri 10-15 minuti.

43 commenti su “Chiffon cake al cappuccino”

  1. meravigliosa! io la conosco benissimo ma al cappuccino mai provata! l’ho fatta una volta all’arancia come te.. un po’ per curiosita’… e non l’ho piu’ lasciata! la chiffon ti fa innamorare… e con la tua e’ amore a prima vista!

  2. bellissima….mai mangiata…ma il cremor tarataro si trova al super? davvero? comunque la cosa che mi piace di più è che non c’è burro ! un bacio Pippi

  3. Non ne avevo mai sentito parlare, ma l’aspetto è davvero incredibilmente soffice. E che alta che è! Chissà se trovo sto cremor di tartaro qui. Ci provo. Ciao, Alex

  4. Ciao! Nemmeno io l’avevo mai sentita nominare prima… Però mi sembra ottima e morbidissima! Da provare!
    Posso chiederti perchè non bisogna mescolare subito gli ingredienti nella ciotola con la farina?
    Un bacio e complimenti!

  5. Buondì ragazze, io ne avevo sentito parlare invece, l’ho vista spesso sul web, e mi aveva colpito per la sua altezza. Tutti i pareri a riguardo erano favorevoli e ne decantavano l’estrema sofficità.
    Ma assaggiarla vi assicuro, è tutta un’altra cosa.
    Il cremor tartaro io l’ho trovato in un solo supermercato, peraltro non fornitissimo come altri più grandi che ci sono dalle mie parti, dovreste trovarlo nel reparto dolci vicino al lievito;-)
    Camomilla sai che non saprei dirti perchè prevede questo procedimento? :O Mi informerò…
    Grazie ragazze:D

  6. MA è spettacolare…io non l’ho mai assaggiata ma ha un aspetto davvero invitante
    Un bacio
    Fra

  7. Voglio il nome e il cognome dello spacciatore degli stampi per chiffon cake !!!!! è un tafanario introvabile

  8. L'Antro dell'Alchimista

    ma che bella ricetta e che spettacolo di blog!!! Ti ho linkata al mio Baci Laura

  9. Io ahimé non ho lo stampo, ma mi incuriosisce molto questo dolce, dicono tutti sia eccezionale!e si presta a molte varianti..Grazie per la versione al cappuccino! 🙂

  10. Che bellezza!!! Ma lo stampo dove lo hai ordinato? Se su internet devo assolutamente conoscere il sito! Altrimenti dovrò cercarla nei negozi…devo provare a fare la chiffon cake!

  11. Sweeeeeeeeeeeeeet!!!!! Io nono nè sapevo l esistenza!!!!! E’ un cake bellissimo e altissimo!!!!
    Brava per l originalità!!!!
    Un bacio e buona giornata

  12. Ciao! è la prima volta che visito il tuo blog!
    adoro cheesecake, chiffon cakes, food agngel cakes, muffins.. mi è sembrato di entrare in una specie di paradiso virtuale!!
    bravissima e complimenti! ^_^

  13. Ciao sweetcook, arrivo via erborina.

    Qui a Boston ho scoperto la chiffon cake nei ricettari di Rose Levy Beranbaum e me ne sono anche io invaghita, ma non ho ancora provato, perchè sto ancora facendo test sulla pasticceria danese.

    lo stampo è molto bello, sembra a occhio quello che qui chiamano Angel Food o Angel Cake mould, o una cosa del genere.

    Ti metto nel mio feed reader così ti seguirò ad ogni post.

    comidademama

  14. Meravigliosa … sono senza parole 😀
    E poi mmmm… al cappuccino! Sento già il profumo 😛
    Un bacio stellaaaaaaaaaaaaaaaaa
    taty

  15. beh ma è meravigliosa! sofficissima davvero! peccato, io non ho lo stampo 🙁 ma dove si trova??
    complimenti anche per l’introduzione, mi ha fatto molto sorridere 😉

  16. Buon pomeriggio ragazze:-)
    Laura, mammazan, cicciuzza bene arrivate!
    @Laura ricamnbio il linkaggio
    @Night, confermo tutto;-)
    @Lytuccia che bello leggerti:-)
    @Arietta 🙂
    E per tutte quelle che me l’hanno chiesto, non scoraggiatevi, ma lo stampo l’ho ritirato da ebay.uk e precisamente da questo negozio

    http://stores.ebay.co.uk/Baking-Frenzy

    Attenzione, crea dipendenza 😀

  17. Mazzate 10 piani di morbidezza !!!! Bella, io non ho lo stampo e se apro i mobiletti non ho neanche piu’ lo spazio per nulla…..credo….ma magari uno piccolino !!!!!!!!! Ciao 🙂

  18. camalyca-la mucca pazza

    Bravissima! Mi sembrava di sentire la descrizione dei miei pensieri prima di trovare la voglia e il coraggio di utilizzare lo stampo. E’ un dolce divino, veramente angelico.
    Bravissima, proverò sicuramente anch’io la tua versione al caffè 🙂

  19. davvero sofficioso questo chiffon cake. Brava, ti è proprio riuscito bene! Complimenti anche per le altre ricette che hai postato. Le foto dell’isola di Vulcano sono bellissime.
    Ciao
    Stefano

  20. Uau, ma è uno spettacolo!!! Ho sempre tentennato sul farla perchè ci sono tante uova, ma vedendo il tuo risultato… UAU!
    Bravissima, baci e buon w.e.!

  21. Comida benvenuta e, mamma mia che onore…ti ho visto spesso in giro e ogni volta mi ripromettevo di farti una visita, ma ora non ti mollo più;-) Grazie

    Emilia, io li faccio entrare a forza. Hai presente quando apri uno sportello e viene giù tutto? Ecco, è quello che succede a casa mia:-)

    Mirtilla sei sempre carinissima

    Imma, Pamy grazie ho già fatto;-)

    Anice fammi sapere…

    Melina benvenuta anche tu:-)

    Camalyca, hai visto che l’ho fatta alla fine?

    Grazia, è quello che dovrei fare io, anzi complimenti per la forza di volontà…che io non ho :/

    Stefano benvenuto e sono contenta che le foto ti siano piaciute, torna presto:-)

    Saretta sono andata sul sito ed è paradisiaco, però non ho ancora ordinato nulla, ma è solo questione di tempo…grazie!

    Stefy, ho tentennato a lungo anch’io anche per questo motivo (oltre che per la mancanza dello stampo), però con il fatto che abbia dimezzato le dosi, non mi è pesata tanto:-)

  22. ciao. io ci ho provato ma non ho avuto il risultato sperato.gia’ in forno si e’ abbassata un po’ e poi quando l’ho messa a testa in giu’ non solo si e’ scaccata dallo stampo ma e’ diventata tipo 3 centimetri.dove ho sbagliato? il forno deve essere ventilato? vi prego rispondetemi.grazie

  23. Ciao:) mi spiace per il risultato…io non ho usato il ventilato, ma lo statico. Non so cosa possa essere successo.. Hai montato gli albumi a neve ferma? E lo stampo? Avevi quello specifico? Io mi ricordo solo che, una volta cotta l’ho fatta raffreddare a testa in giù con l’aiuto di una bottiglia.

  24. Ciaoo…Hai una nuova sostenitrice .-)…Adoro il tuo blog complimenti per tutto…Buona questa chiffon,devo assolutamente provarla…Buona giornata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *