Gnocchi di patate e…ho preso 10 e lode!

Eccoci a mercoledi, la mia settimana lavorativa finisce quì (e non poteva farlo in modo migliore, vedi sotto)…evvai!
Non ho ancora fatto progetti per il ponte, ma male che vada mi rilasserò e mi dedicherò un pò alla cucina, come al solito 😛
In questo periodo ho la fissa per gli gnocchi. Prima li compravo, ma sul blog (ora diventato sito) di Sere, ho scoperto questa ricetta, e da allora li avrò preparati già 4 volte, ormai l’ho eletta la “mia” ricetta ufficiale per gli gnocchi e non la mollo più.
Gnocchi di patate

1/2kg. di patate
150 gr. di farina
1 rosso d’uovo

Ho portato ad ebollizione l’acqua per la cottura delle patate “senza sale”, nel frattempo ho pelato le patate, le ho tagliate a metà e le ho bollite per circa 20 minuti. Ho preparato una fontanella di farina sulla spianatoia e una volta cotte le patate le ho schiacciate all’interno della fontanella, ho aggiunto il rosso d’uovo ed ho impastato. Ho messo a bollire un’altra pentola con acqua salata per la cottura degli gnocchi e nel frattempo ho iniziato a tagliare a pezzi l’impasto ed a formare dei serpentelli di diametro 2 cm. circa, ho tagliato a dadini ( misura a piacere) e poi ho passato ogni dadino sui rebbi di una forchetta, facendoli rotolare dall’alto verso le punte premendo leggermente al centro con il pollice per poi porli sulla spianatoia infarinata.

Per quanto riguarda il condimento lei consiglia burro e salvia, questa volta io ho optato per piselli e funghi porcini.
Semplicissimo: ho cotto i piselli con poco olio e cipolla ed a cottura inoltrata ho aggiunto dei funghi secchi precedentemente messi a bagno e strizzati, una spolverata di scaglie di grana e sono pronti da pappare;-)
Aspettate, non ho ancora finito…
Stamattina appena arrivata ho trovato un commento di Stefy nel quale mi invitava a fare un salto sul suo blog e cosa vi ho trovato? Udite udite…questo premio :O

La motivazione è questa: “Assegno a mia volta questo premio a Sweetcook perchè il suo blog è pieno di belle ricettine e di belle foto e mi viene sempre voglia di provare quello che lei cucina…” Che emozione! la reputo una grande attestazione di stima (ovviamente ricambiata al 100%) e per questo la ringrazio di cuore:-)

In cosa consiste questo premio?
Che cos’è?
“Dieci e lode” è un premio, un certificato, un attestato di stima e gradimento per ciò che il premiato propone.

Come si assegna?
Chi ne ha ricevuto uno può assegnarne quanti ne vuole, ogni volta che vuole, come simbolo di stima a chiunque apprezzi in maniera particolare, con qualsiasi motivazione (è o non è abbastanza elastico e libero?!) sempre che il destinatario, colui o colei che assegna il premio o la motivazione non denotino valori negativi come l’istigazione al razzismo, alla violenza, alla pedofilia e cosacce del genere dalle quali il “Premio D eci e lode” si dissocia e con le quali non ha e non vuole mai avere niente a che fare.

Le regole:
Esporre il logo del “Premio Dieci e lode”, che è il premio stesso, con la motivazione per cui lo si è ricevuto. E’ un riconoscimento che indica il gradimento di una persona amica, per cui è di valore (sotto c’è il pratico “copia e incolla”);
Linkare il blog di chi ha assegnato il premio come doveroso ringraziamento;
Se non si lascia il collegamento a questo post già inserito nel codice html del premio provvedere a linkare questa pagina (sotto c’è il pratico copia e incolla);
Inserire il regolamento (sotto c’è il pratico “copia e incolla”);
Premiare almeno 1 blog aggiungendo la motivazione.

Queste regole sono obbligatorie soltanto la prima volta che si riceve il premio per permettere la sua diffusione, ricevendone più di uno non è necessario ripetere le procedure ogni volta, a meno che si desideri farlo. Ci si può limitare ad accantonare i propri premi in bacheca per mostrarli e potersi vantare di quanti se ne siano conquistati.

Si ricorda che chi è stato già premiato una volta può assegnare tutti i “Premio Dieci e lode” che vuole e quando vuole ( a parte il primo), anche a distanza di tempo, per sempre. Basterà dichiarare il blog a cui lo si vuole assegnare e la motivazione. Oltre che, naturalmente, mettere a disposizione il necessario link in caso che il destinatario non sia ancora stato premiato prima.

Allora, io ho deciso di darlo a mia volta ad Alessia di La pentola magica perchè appena entrata in questo fantastico mondo è stata una delle prime a darmi il benvenuto e a coinvolgermi con la sua dolcezza, inoltre ogni volta che passo da lei mi ritrovo in un vortice di leccornie da restarne incantati.

Buon 1° maggio a tutti voi!

Arancini al pistacchio: ricetta
Un menù per la trattoria MuVarA

Ti potrebbe interessare anche: