Gnocchi di patate e…ho preso 10 e lode!

Eccoci a mercoledi, la mia settimana lavorativa finisce quì (e non poteva farlo in modo migliore, vedi sotto)…evvai!
Non ho ancora fatto progetti per il ponte, ma male che vada mi rilasserò e mi dedicherò un pò alla cucina, come al solito 😛
In questo periodo ho la fissa per gli gnocchi. Prima li compravo, ma sul blog (ora diventato sito) di Sere, ho scoperto questa ricetta, e da allora li avrò preparati già 4 volte, ormai l’ho eletta la “mia” ricetta ufficiale per gli gnocchi e non la mollo più.
Gnocchi di patate

1/2kg. di patate
150 gr. di farina
1 rosso d’uovo

Ho portato ad ebollizione l’acqua per la cottura delle patate “senza sale”, nel frattempo ho pelato le patate, le ho tagliate a metà e le ho bollite per circa 20 minuti. Ho preparato una fontanella di farina sulla spianatoia e una volta cotte le patate le ho schiacciate all’interno della fontanella, ho aggiunto il rosso d’uovo ed ho impastato. Ho messo a bollire un’altra pentola con acqua salata per la cottura degli gnocchi e nel frattempo ho iniziato a tagliare a pezzi l’impasto ed a formare dei serpentelli di diametro 2 cm. circa, ho tagliato a dadini ( misura a piacere) e poi ho passato ogni dadino sui rebbi di una forchetta, facendoli rotolare dall’alto verso le punte premendo leggermente al centro con il pollice per poi porli sulla spianatoia infarinata.

Per quanto riguarda il condimento lei consiglia burro e salvia, questa volta io ho optato per piselli e funghi porcini.
Semplicissimo: ho cotto i piselli con poco olio e cipolla ed a cottura inoltrata ho aggiunto dei funghi secchi precedentemente messi a bagno e strizzati, una spolverata di scaglie di grana e sono pronti da pappare;-)
Aspettate, non ho ancora finito…
Stamattina appena arrivata ho trovato un commento di Stefy nel quale mi invitava a fare un salto sul suo blog e cosa vi ho trovato? Udite udite…questo premio :O

La motivazione è questa: “Assegno a mia volta questo premio a Sweetcook perchè il suo blog è pieno di belle ricettine e di belle foto e mi viene sempre voglia di provare quello che lei cucina…” Che emozione! la reputo una grande attestazione di stima (ovviamente ricambiata al 100%) e per questo la ringrazio di cuore:-)

In cosa consiste questo premio?
Che cos’è?
“Dieci e lode” è un premio, un certificato, un attestato di stima e gradimento per ciò che il premiato propone.

Come si assegna?
Chi ne ha ricevuto uno può assegnarne quanti ne vuole, ogni volta che vuole, come simbolo di stima a chiunque apprezzi in maniera particolare, con qualsiasi motivazione (è o non è abbastanza elastico e libero?!) sempre che il destinatario, colui o colei che assegna il premio o la motivazione non denotino valori negativi come l’istigazione al razzismo, alla violenza, alla pedofilia e cosacce del genere dalle quali il “Premio D eci e lode” si dissocia e con le quali non ha e non vuole mai avere niente a che fare.

Le regole:
Esporre il logo del “Premio Dieci e lode”, che è il premio stesso, con la motivazione per cui lo si è ricevuto. E’ un riconoscimento che indica il gradimento di una persona amica, per cui è di valore (sotto c’è il pratico “copia e incolla”);
Linkare il blog di chi ha assegnato il premio come doveroso ringraziamento;
Se non si lascia il collegamento a questo post già inserito nel codice html del premio provvedere a linkare questa pagina (sotto c’è il pratico copia e incolla);
Inserire il regolamento (sotto c’è il pratico “copia e incolla”);
Premiare almeno 1 blog aggiungendo la motivazione.

Queste regole sono obbligatorie soltanto la prima volta che si riceve il premio per permettere la sua diffusione, ricevendone più di uno non è necessario ripetere le procedure ogni volta, a meno che si desideri farlo. Ci si può limitare ad accantonare i propri premi in bacheca per mostrarli e potersi vantare di quanti se ne siano conquistati.

Si ricorda che chi è stato già premiato una volta può assegnare tutti i “Premio Dieci e lode” che vuole e quando vuole ( a parte il primo), anche a distanza di tempo, per sempre. Basterà dichiarare il blog a cui lo si vuole assegnare e la motivazione. Oltre che, naturalmente, mettere a disposizione il necessario link in caso che il destinatario non sia ancora stato premiato prima.

Allora, io ho deciso di darlo a mia volta ad Alessia di La pentola magica perchè appena entrata in questo fantastico mondo è stata una delle prime a darmi il benvenuto e a coinvolgermi con la sua dolcezza, inoltre ogni volta che passo da lei mi ritrovo in un vortice di leccornie da restarne incantati.

Buon 1° maggio a tutti voi!

Le baked potatoes, la cui traduzione sta, letteralmente, per patate al forno (farcite), rappresentano uno
Non so se la ricetta dei tortelli di patate che ho realizzato sia la tradizionale
Rieccoci quì, vacanze finite, settembre iniziato da un pezzo ormai, poca voglia di salutare l'estate,
Buon lunedì:) Velocissimamente, come mi capita spesso purtroppo, posto questa insalata che non è mia
Un piatto salato??:O Sì, sono capace anch'io, non mangio solo dolci 😛 Si tratta dei

28 commenti su “Gnocchi di patate e…ho preso 10 e lode!”

  1. yeeeeeeeeeeeeeeeeeh…pepepepeppepeepeeeeeeeeeeeeeeeee!!! Son fiera di te e della mia ricetta degli gnocchi!!! Sono troooooppo buoni, quache minuto fa, stavo giusto pensando di prepararli nei prossimi giorni!
    Un super bacione..e buon primo maggio!

  2. che bel piatto di gnocchi….concordo in pieno con il tuo condimento…lo gnocco da solo ha poco sapore e vuole essere condito per bene…burro e salvia va bene per una pasta saporita tipo ravioli….sei bravissima come sempre…un bacio
    Annamaria

  3. Ciao ragazze
    Sere, evvai! sei fiera di me, sono troppo contenta!
    Laura grazie per essere passata
    Panettona grazie e te ne offrirei volentieri un bel piattone
    Annamaria grazie, ed un piatone anche a te!

  4. Carissima questi gnocchi sono da favola!! Hai anche…ehmm come si chiama…. il legnetto gnocchettaro… Bellino.
    Ciao e buon 1º maggio anche a te!
    Baci
    daniela

  5. ne sono avanzati?!? no, perchè mi è venuta una voglia…. troppo brlli e troppo brava come semrpe!!! celi ho in programma anch’io, ma con un’altra ricettuzza… vedremo!!! baciotto

  6. SONO FAVOLOSI!! e io non ho mai fatto gli gnocchi, quindi quando mi deciderò lo farò con questa ricetta 🙂
    domani avrò a casa il moroso ma non avrò tempo di farli, quindi mi tocca ripiegare su quelli -tristerrimi- già fatti 🙁 ma la prossima volta…..aaaah, la prossima voltaaaa, ve la faccio vedere io!!!! 😀

    io li adoro alla bava (con fonduta di fontina, o di gorgonzola)…se ci penso….

  7. Io ADORO gli gnochi…in qualsiasi modo siano conditi, anche nel modo più semplice posibile risultano sempre squisiti…certo, sempre se uno li sa fare! Ma sulle tue capacità non ho dubbi…
    Bacioni, GG

  8. Daniela, ecco, finalmente ho un nome per quell’attrezzo, da oggi in poi lo chiamerò così: legnetto gnocchettaro;-)
    Ari, alla bava mi mancano, grazie per l’idea. Smacckete
    Elis anche se fossero finiti te li avrei preparati di nuovo, ma per te ci sono, eccome se ci sono.
    Gg li adoro anch’io, grazie per la fiducia.

  9. Ciao, ho letto un tuo commento da cocò e sono arrivata qua: complimenti per il bel blog, per le belle ricette e per il premio.
    Buon 1° maggio anche a te!

  10. che dire…noi oggi volevamo preparare proprio degli gnocchi e mi sa che la tua ricettina nn è proprio da buttare via… anzi! se li facciamo poi ti diciamo come sono venuti!

  11. Buon 1 maggio anche a te!Gli gnocchi sono uno dei miei piatti preferiti, era il piatto delle occasioni speciali, mia nonna é specializzata!

  12. Grazie lenny, welcome;-)
    Nino, pawer & littlefrog , night sono ottimi, daltronde la ricetta è di sere che è una garanzia:-)

  13. Complimenti per il premio e …gli gnocchi di patate è uno tra i miei piatti preferiti!!! :-))))

    Un abbraccio, buona notte!! 🙂

  14. Per me gli gnocchi significano domenica; a casa mia infatti si facevano spesso in questo giorno e io adoravo svegliarmi la mattina e sentire l’odore delle patate che cuocevano. E’ un piatto semplice, ma allo stesso tempo molto gustoso e il modo in cui li hai conditi deve essere eccezionale
    Besos e buon ponte (beata te io sono al lavoro…moan)
    Fra

  15. Le mie prozie avevano un asso nella manica e quest’asso erano gli gnocchi 😉 fatti cosi da piu di 50 anni, senza uova ma solo patate adatte e farina, ma non quella normale, quella di grano duro; non eiste nemmeno una quantità predefinita di acqua perchè l’acqua giusta varia a seconda dell’umidià della farina e delle patate…. ma che vuoi quelle erano maghe…complimenti a sere per la ricetta e complimenti a te per l’esecuzione…. spero solo di riuscire a imparare anche io l’arcano dello gnocco 😉

  16. Grazia, allora devo assolutamente provare la versione delle tue prozie, sono sempre pronta a tutte le possibili varaizioni, e questa con la farina di grano duro mi ispira particolarmente. Un bacione!

  17. complimenti per il premio ben meritato e l’alttrezzino per decorare gli gnocchi me lo ha regalato ieri la mia amica!!! wowoooowww lei me lo ha passato per la pasta ma vedo che tu hai avuto un ottima idea 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *