Maritozzi con la panna

Una delle cose che più mi piace cucinare, o meglio, che più mi da soddisfazioni, è un lievitato ben riuscito. Il seguire una ricetta alla lettera, dalla precisione delle dosi, ai gesti meccanici (si fa per dire perchè impasto sempre e solo a mano) che caratterizzano il momento della preparazione, l’attesa trepidante della prima lievitazione, l’eccitazione mista a curiosità nel sollevare il canovaccio dalla ciotola per verificare che tutto sia andato bene, la cura nel dare la giusta forma ed infine lo stupore nel, seguendo la cottura davanti al forno, vedere crescere il TUO prodotto, tuo perchè l’hai creato tu, hai curato tutto nei minimi particolari affinchè il risultato fosse perfetto.
.
Ecco perchè mi piace così tanto, ed ecco perchè sabato, avendo la giornata libera, spesso mi dedico a questo tipo di preparazioni. Questa è stata la volta dei maritozzi che ho scovato sul blog di Paoletta, che a sua volta ha eseguito partendo da una ricetta di Adriano.
Come ogni volta in cui ho eseguito una ricetta di Paoletta, non posso che dire di essere rimasta soddisfatta e ovviamente sorpresa che si possa ottenere un simile risultato in casa. Dunque mi sembra doveroso ringraziare entrambi!
MARITOZZI CON LA PANNA

Ingredienti:

450gr farina w 300 (ho usato la manitoba)
50gr farina di riso
200gr acqua
90gr zucchero
1 cucchiaio miele
1 uovo + 1 tuorlo
8gr lievito fresco
8gr sale
1 cucchiaino malto (ho usato miele)
60gr burro
40gr olio di mais (o arachide o riso)
zeste di 1 arancia grattugiate
albume e sciroppo di zucchero per pennellare

Procedimento:

Portiamo quasi a bollore l’acqua con metà delle zeste e riscaldiamo l’olio con l’altra metà.

Sciogliamo il lievito ed il malto nell’acqua intiepidita (che avremo riportato a 200gr), uniamo 200gr di farina e lasciamo gonfiare a temp. ambiente (ca 1 ora). Misceliamo il resto della farina con quella di riso.

Uniamo metà della farina e dello zucchero ed avviamo la macchina a vel. 1, all’assorbimento uniamo l’uovo con il resto dello zucchero e della farina, facciamo andare per qualche giro, poi inseriamo il tuorlo con il miele ed il sale, aumentiamo la vel. a 1,5 ed incordiamo.

Aggiungiamo il burro morbido in due volte e, quando avremo ottenuto una buona incordatura, uniamo l’olio a filo, fermandoci di tanto in tanto per evitare che l’impasto si smolli.

Copriamo e poniamo a 26° fino al raddoppio (ca. 2 ore)

Per l’impasto a mano rifarsi al procedimento del pandolce alle pere, lasciando l’olio per ultimo, ad impasto già incordato.Rovesciamo sulla spianatoia infarinata e diamo le pieghe del tipo 2, arrotondiamo e copriamo a campana.
(a questo punto, volendo, possiamo trasferire l’impasto in frigo a 4° fino al giorno successivo)

Dopo 30’ porzioniamo in pezzi da 80gr ed avvolgiamo a palla stretto.Dopo 15’ capovolgiamo le sfere e riavvolgiamo a filoncino, stringendo bene.

Copriamo con pellicola e mettiamo a lievitare a 28° (ca 1 ora) Pennelliamo con albume ed inforniamo a 180° per 12’ o fino a cottura. Appena fuori dal forno lucidiamo con sciroppo di zucchero a 30° be (135gr di zucchero portati a bollore con 100gr di acqua e raffreddati).

Possono essere farciti con un velo di crema pasticciera e panna montata.

Amanti dei dolci al cucchiaio, che ne dite di provare la panna cotta con cioccolato
Approfittando di uno dei prodotti trovati nella degustabox dello scorso mese, ho testato questi biscotti
Con della catalogna lessa avanzata qualche giorno fa ho deciso di preparare una frittata, ma
Da tempo la corteggiavo quando finalmente ieri, domenica per intenderci, mi sono messa d'impegno ed
Qual è il dolce al cucchiaio più semplice da realizzare? Per me sicuramente la panna
Condividi:

42 commenti su “Maritozzi con la panna”

  1. L'Antro dell'Alchimista

    Anche io vivo la lievitazione esattamente come tu l’hai descritta. E un lievito ottimamente riuscito è una grande soddisfazione proprio come questi tuoi maritozzi!!! Buona serata Laura

  2. …li ho visti pure io da Paoletta e avevo già sbavato x i suoi ….ed ora sbavo anche x i tuoi !!!! li dovrò provare a fare prima o poi x togliermi la voglia!!!!! kisssss

  3. Sweet tesoro mio!!
    Sono bellissimissimi, non ho altre parole!!

    Troppo tenera la descrizione della lievitazione!!

    Un abbraccio fortissimo e buona settimana!!
    ^______^

  4. Kitty's Kitchen

    Sono proprio perfetti!
    Immagino che soddisfazione averli realizzati. Concordo pienamente con te sui lievitati quando riescono bene si è proprio felici!
    Brava!

  5. le pupille gustative

    Come ti capisco. quella sottile eccitazione nel vedere che l’impasto lievita, l’attesa, la gioia nel guardare il risultato e pensare “ma davevro li ho fatti io?” E nel tuo caso, dato che sono veramente uno spettacolo, non si può che fare i salti di felicità enormi! Un abbraccio

  6. Buongiorno Rob!
    Hai ragione, non c’è nulla di più soddisfacente, o quasi, di un lievitato ben riuscito, come i tuoi maritozzi. Sono a dir poco perfetti nella loro forma tondeggiante con quel ripieno di panna montata! Fame…
    Buon lunedì tesoro :*

  7. Bellissimi Rob, è vero, vedere crescere un lievitato pian, piano è veder crescere la tua creatura 🙂
    Questi maritozzi di Adriano sono fantastici, io dopo i miei, potevo non provare e seguire alla lettera la sua ricetta? Fantantica!!

  8. ma complimenti! meravigliosi davvero e direi che sarebbero proprio l’ideale per la colazione di domani mattina (stamattina ho già dato!!!!)!
    baci

  9. Sono così belli che sembrano di porcellana! Davvero, ti sono usciti perfetti: levigati, lucenti, non ho mai assaggiato un maritozzo, ma sono sicura che siano anche ottimi!!!

  10. Con Adriano e Paoletta si va sempre sul sicuro…ti sono venuti una favola!!!!!!!!!!!
    Buon inizio settimana!

  11. Che belliiiiii… e sicuramente molto buoni.
    Io invece con i lievitati sono un disastro… e non ho neanche un’impastatrice quindi il disastro è doppio!!!
    Mi accontento di sbavare per i tuoi!!!

  12. Sei stata bravissima…maritozzi davvero perfetti. Questa ricetta me la sono segnata anche io fra i dolci da provare a fare, spero mi vengano bene come i tuoi
    Un bacione
    fra

  13. Ciao carissima!!! Non ho mai provato a fare i maritozzi, a dire il vero non li conoscevo neanche, li sto conoscendo grazie ai vostri post!! I tuoi sono bellissimi! Un bacione.

  14. Capisco e condivido le tue sensazioni e poi visto il risultato hai proprio ragione! Mi hai messo voglia di provare pure io!
    A proposito, visto che la ricetta l’hai presa da un altro blog, che ne dici di partecipare alla mia raccolta? (Trovi le info qui)

    Ciaooo,
    Aiuolik

  15. ecco… 🙁 vista l’ora questi maritozzi mi fan quasi svenire
    ma io posso essere capace di creare qualcosa di così spettacolare?
    ho qualche dubbio in merito
    nelle giornate di festa ho deciso di creare qualcosa di diverso per i pranzi che ne seguiranno
    questo come dolce farebbe un figurone…
    vediamo cosa mi esce…
    buone feste anche a te
    posso immaginare il tuo pranzo… 🙂

  16. Che semplice bontà… Una vera e propria meraviglia!
    Viene voglia di dare un morso gigante e sarebbe anche bello sporcarsi la punta del naso di panna…
    Buon lunedì carissima!

  17. 🙂
    ciao mia cara sweet, qua sono è tutto ok a parte che sono in mobilità 😉 adesso mi sto dando da fare per fare la mia vera professione, vediamo se mi riesce 😀
    tornando a bomba su questa ricetta, mi sento mancare dall’aspetto di ‘sti maritozzi, svengo!
    ****
    grazie per il tuo pensiero adorabile ***

  18. carissima sweetcook…il tuo blog è magnifico…mi piace tantissimo…perciò ho pensato di offrirti due premi bellissimi…che ti aspettano sul mio blog…un bacione grosso

  19. Oh mamma i maritozzi con la panna!!! Non puoi farmi questo!!!
    Sei sempre bravissima, era da un po’ che non passavo e mi sono rifatta gli occhi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *