Pain au chocolat, ricetta

Non essendo ancora stanca di cioccolato, mi sono cimentata in questi saccottini. Appena visti sul blog di Moscerino me ne sono innamorata, ma avevo un pò di timore a cimentarmi (sapete i giri di pasta sfoglia? ecco, appunto…), in più avrei dovuto avere un pò di tempo a disposizione, cosa abbastanza difficile da trovare durante la settimana, ma ieri sera mi sono convinta, ed eccoli quà, in tutto il loro splendore…si fa per dire:P
Riporto la ricetta copiata quì🙂

Pain au chocolat

Ingredienti:

125 g di farina manitoba
125 g di farina 00
12,5 g di lievito di birra fresco
140 g di latte
5 g di sale
40-50 g di zucchero
12,5 g di burro (fuso)
un cucchiaino di estratto liquido di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)
100 g circa di cioccolata extra fondente al 70%
Per “sfogliare”:
125 gr di burro

un tuorlo e un po’ di latte per spennellare

Preparazione

Mescolate le farine con lo zucchero e il sale, nella ciotola della planetaria. Scaldate leggermente il latte, prelevatene un paio di cucchiai e scioglietevi il lievito; versatelo nella ciotola e iniziate ad impastare, unendo a filo il restante latte tiepido. Quando l’impasto è quasi pronto (ed appare liscio) versate i 12,5 g di burro fuso, tiepido o freddo. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio e ben amalgamato (ci vogliono almeno 10 minuti e alla fine ho dato un’ultima impastata a mano, perchè appariva un poco appiccicoso…mi sa che devo ancora fare pratica con la planetaria!!), ponetelo in una ciotola coperto da pellicola e lasciatelo riposare in frigo per circa 40 minuti. Nel frattempo, preparate il burro che servirà per sfogliare: tagliatelo a pezzettini, che adagerete l’uno accanto all’altro su un foglio di pellicola trasparente; copritelo con un altro foglio di pellicola, chiudete bene e battetelo con il matterello, poi stendetelo, fino ad ottenere una mattonella liscia. Mettete anche questa a riposare in frigo (è importante che tutti gli ingredienti siano ben freddi quando inizierete a stendere).

Trascorsi i 40 minuti, prendete la pasta dal frigo e stendetela con il mattarello in modo da ottenere una sorta di rombo, sul quale poserete la mattonella di burro; chiudetela dentro, incrociando i lembi opposti di pasta e sigillate bene i bordi. A questo punto, cominciate a tirare la pasta secondo la procedura prevista per la sfoglia (la trovate per esempio qui). Stendetela partendo dal centro verso l’alto e poi dal centro verso il basso, esercitando sempre la stessa pressione, fino ad avere una striscia, rettangolare, lunga una quarantina di centimetri. Giratela verso sinistra in modo che sia orizzontale davanti a voi. Piegate il lato destro verso il centro, poi piegate il sinistro sul destro. Dovreste ottenere una specie di “libro”, a tre strati, con l’apertura verso destra. Questo è il primo giro (a tre, si può anche piegare in 4 ma io ho fatto così). Avvolgete il panetto nella pellicola e ponetelo in freezer per 15 minuti o in frigo per 30. Prendete la pasta e, tenendo l’apertura sempre a destra, come un libro, stendetela, come prima; ottenuta la stessa lunghezza, girate la striscia a sinistra, quando sarà orizzontale davanti a voi piegatela come prima. Riponete di nuovo in frigo o freezer. Fate un terzo e ultimo giro, ripetendo tutto il procedimento. Ottenuto il panetto a forma di libro, mettetelo nuovamente a raffreddare per 30 minuti in frigo.

Adesso potete stendere la pasta per fare i “panini”. Raggiunto uno spessore di circa 3-4 mm, tagliate dei rettangoli 9 per 5 cm. Posate tre pezzetti di cioccolato su una delle estremità (lato corto) e avvolgete la striscia su se stessa (come se arrotolaste un tappeto…). Disponete i vostri “pan au chocolat” su una placca coperta di carta forno e ponetela in frigo (la prima volta li ho subito lasciati lievitare e poi cotti, ma sono venuti un po’ troppo burrosi). A questo punto potete scegliere. 1) Lasciarli riposare mezz’oretta, poi uscirli e farli lievitare finchè raddoppieranno di volume, spennellarli con un tuorlo sbattuto con poco latte e poi cuocerli a 200 gradi in forno già caldo per quindici minuti. 2) Oppure, come ho fatto io, lasciarli in frigo un paio d’ore, magari tre (io ho iniziato a prepararli alle 7, ho finito verso le 9 e li ho tenuti in frigo fino a mezzanotte circa), poi, prima di andare a dormire, mettere la teglia nel forno spento per tutta la notte. Al mattino, prendete la teglia e accendete il forno a 200°. Spennellate i vostri pan au chocolat con un tuorlo sbattuto con poco latte prima di infornarli. Cuoceteli per 15 minuti o finchè saranno dorati.

29 commenti su “Pain au chocolat, ricetta”

  1. mamma che emozione, sono la rpima a commentare!!!!!Belli i pain du chocolat. Si possono farcire con la marmellata??Da un pò la cioccolata mi nausea…questo è il risultato di pasqua…ho cioccolata che mi fuoriesce da ogni parte del mio corpo…

    Buon we

  2. mamma mia come sei stata brava….come mi piacerebbe fare la sfoglia ma…penso sia una cosa difficilissima:-)
    Annamaria

  3. SONO FAVOOOOLOSI!!!
    Ma sei troppo brava Sweet!!!!!
    Complimenti … Io invece oggi ho sfornato un treccione paffuttone… poi lo metterò nel blog.,,,fà troppo ridere!!!!!

  4. Adoro il pain au chocolat. è uni dei miei primi ricordi di incontro con dolci di altre nazionalità. Ne mangiavo tantissimi insieme a mio marito quando eravamo solo amici. Quanti ricordi…
    Un abbraccio

  5. Buona domenica:D e grazie!
    Com’è che io non ho mai nausea di cioccolata? 😉
    Cmq si, si possono farcire sia con la crema che con la marmellata, non ci dovrebbero essere problemi.
    In effetti avevo rovato varie volte a fare la pasta sfoglia, ma non mi era mai venuta così, il burro è rimasto al suo posto e non è fuoriuscito come mi era successo in passato. Grazie Moscerino!
    P.s. Benvenuta Gisella:-)

  6. Bravissima, hanno un aspetto splendido! anch’io noi ci siamo coccolate oggi a colazione, ma ci siamo affidate alle “mani” di un altro cuoco..un attacco di pigrizia!
    la pasta sfoglia mi sembra così difficile..complimenti!!!!

  7. Beh, visto che mi trovo ed è quasi ora, ne prendo solo uno, no no grazie, il cappuccino me lo preparo da me.
    Con qualche giorno di ritardo ti faccio i migliori AUGURI di
    BUON COMPLEANNO.
    Nino

  8. ti sono venuti davvero benissimo..complimenti..e anche la torta qua sotto è da urlo..sono ancora in tempo per gli auguri???
    Baci!

  9. WOW! secondo me sono perfetti! Per me la pasta sfoglia è un tabù… non oso farla, niente da fare, mi terrorizza!!! Ma questi saccottini ragazzi…che meraviglia delle meraviglie!!! Bravissima, stai diventando uno dei miei miti!!!!!

    bacio

    eli

  10. Me li sto mangiando con gli occhi!!! Chissà come son buoni 😀
    Complimenti. Io non ci provo nemmeno a farli, farei solo un disastro! Ahahah!!!
    Serena.

  11. ci devo provare anche io !!!sono una meraviglia …complimenti!
    ps se ti va passa da me…c è un piccolo premio che ti aspetta!
    ciao
    Irene

  12. Buon lunedì…allora a colazione tutti da me stamattina, (ve bene Mirtilla?)per quanti apparecchio?:D
    Ringrazio tutti per i complimenti e chi mi ha fatto gli auguri (non è mai troppo tardi;-)
    Irene, arrivo.
    Benvenuta GG:-)

  13. Davvero belli questi pain au chocolat. Dalla foto si vede molto bene la sfogliatura della pasta e quella goccia di cioccolato che esce fa proprio venir voglia di addentarlo…complimenti…baci
    Anna

  14. PERFETTI!!a parte che i pain au chocolat sono la mia brioche preferita 🙂 però in questo momento mi sento profondamente un’inetta ;-( sei stata supermegabrava e io con la pasta sfoglia ho troppa paura di cimentarmi!! non l’ho mai fatta nè mi è mai passato per la testa, tutti quei giri mi confondono e sono sicura non varrebbe lo sforzo…eppure queste briochine mi chiamano a gran voce!! come fare??! intanto me ne offri uno, mentre penso? bacini!

  15. SPETTACOLO!!!! li devo fare, li devo fare, li devo fare!!!!! ora riesco a scrivere solo questo! bravissima hai tutta la mmia amirazione :O

  16. Ciao anna, benvenuta:-)
    Ari, guarda se ci sono riuscita io…è tutto dire. Avevo provato a farla altre volte, ma i risultati sono stati deludenti. L’unica cosa che ho cambiato questa volta è il procedimento dell’inserimento del panetto di burro, sarà stato quello?! Ho seguito le istruzioni sul blog di moscerino et voilà;-)
    Io ti consiglio di provare, son soddisfazioni:D
    Vanessa, Mariluna, grazie ancge a voi di cuore:-)

  17. Questi sono tra i dolci che preferisco per la prima colazione e a quanto pare te sono riusciti davvero bene…fanno venire l’aquolina! complimenti per il blog! un bacio!

  18. sono perfetti!!!! ti sono riusciti proprio bene…e anche le foto! fanno venir voglia di venire a fare colazione da te!! BRAVISSIMISSIMA!

  19. Ciao Sheril se ti va te ne mando uno:-)
    Moscerino, grazie, troppo buona, sono contenta che sia venuta a vederli. Un bacio.

  20. Ma cosa dici mai?? Sono Bellissimi!! potrei prendere un aereo per Parigi solo per mangiarne uno!! Mi dovrò cimentare… anche se la pasta sfoglia spaventa parecchio anche me…
    sara

  21. Mamma mia, li ho guardati e mi son detta… “ma questi vengono direttamente da parigi!?!?!”
    Ora non posso provarli xke su questi mi ci rovino, devo fare le analisi e non sono indicati ma GIURO che voglio sapere come vengono… e lo scoprirò!
    Ciao TerribileStella (di ALF)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *