Timballo di spaghetti

Rieccomi quà, torno a postare una ricetta, questa volta si tratta di un primo…ora vi racconto la sua storia…
Giaceva da 1 giorno nel frigo un piatto di spaghetti cotti ma non conditi. A furia di stare li al freddo, erano diventati una massa informe, credevo che mai sarebbero più potuti tornare ad una vita propria. A vederli lì sconsolati, mi si è stretto il cuore ed ho pensato che avrei potuto restituire loro un pò di vigore, magari in forno, anzi, nel FORNO (si, lui, il forno nuovo:P ).
Allora corro al computer, non avendo il tempo materiale di stringere le meningi per pensare con che cosa avrei potuto condirli e digito “tortino di spaghetti” e sapete il primo risultato dove mi porta? Ma quì dalla mia amica ondina!!! Ecco, di solito non mi fermo mai al primo risultato, ma questa volta si, ed ho fatto benissimo direi:)
Solo dopo aver messo la scritta sulla foto mi sono accorta che non si trattava di un timballo ma di un tortino, ma ormai avevo salvato la foto…e poi il concetto più o meno è quello, no??
Ecco, l’unica differenza è che io ho usato le olive nere piuttosto che quelle verdi (sia perchè le preferisco, sia perchè avevo solo quelle ed infine perchè mi piaceva ottenere un condimento che somigliasse al sugo alla puttanesca, ad eccezione del tonno che a quanto pare non ci va, e dei capperi che a me non piacciono molto…)
Tutta questa premessa per dire: grazie ondina🙂
Timballo di spaghetti con tonno, olive nere e acciughe
Ingredienti:

300 gr di spaghetti
1 scatoletta di tonno al naturale
100 gr di olive nere
4 acciughe sott’olio
1 tazza di passata di pomodoro a pezzi
2 cucchiai di pangrattato
parmigiano grattugiato
olio
sale
pepe

Procedimento:

Fate insaporire in una padella il tonno, le olive tritate e le acciughe, aggiungete la passata, sale, pepe e fate ritirare un po’ . Mescolatevi una grattugiata di parmigiano. Nel frattempo lessate gli spaghetti al dente e conditeli con il sugo preparato. Ungete il fondo di una pirofila e cospargetelo con una cucchiaiata di pangrattato. Sistematevi gli spaghetti, compattateli e coprite la superficie del tortino con altro pangrattato e parmigiano.
Passate in forno a 180 per circa 20 minuti e lasciate intiepidire un po’ prima di servire.
 

58 commenti su “Timballo di spaghetti”

  1. che bella idea! a me piacciono i ricicli! adesso te ne suggerisco un’altra:noi in Campania con la pasta avanzata ci facciamo la frittata di pasta. Ed è così buona che ce la facciamo anche quando la pasta avanzata non c’è!!!

  2. Allucinante: con le migliaia di timballi di pasta che ci saranno su web il primo che esce su Google è mio!!! Tra un po’ mi telefona il grande Gousteau, il cuoco di “Ratatouille” (che poi sono anche i nomi dei miei criceti) e mi propone di lavorare con lui 🙂
    Ti è venuto benissimo e secondo me le olive nere ci stanno meglio di quelle verdi, io ho seguito più o meno pedissequamente la ricetta di Sale&Pepe, ma se la dovesi rifare userei anch’io le nere!

  3. buonissimo sweetcook! non bisogna mai buttare niente 🙂
    p.s. ricordati che da me c’è un premietto che ti aspetta! baciotti

  4. Rossa di Sera

    Peccat non mi avanzano mai gli spaghetti! Dovrei lessarli apposta!

    Sweetcook, passa da me, ci sarebbe un premio da ritirare!

    A presto!

  5. Buonissimo il condimento degli spaghetti..per il timballo..magari veniamo ad assaggiare il tuo perchè noi proprio non li sappiamo fare!!!!
    un bacione

  6. Cavoli Rob, da un piatto di spaghetti tutto solo e abbandonato nel frigo hai creato un primo piatto da re! Complimenti, è molto invitante!!!
    Un abbraccio

  7. passo di qui per invitarti ad un meme “raccontami” che però è una richiesta di aiuto…se ti va partecipa per me sarebbe importante ti aspetto!

  8. che dire, sembra assolutamente delizioso! bravissime entrambe! ora però cara mia mi spieghi cosa ci faceva un piatto di spaghetti sconditi nel tuo frigo ihihihih! a casa mia semmai avanzano conditi, anzi, li faccio avanzare apposta per farci quella meravigliosa frittata o le frittelle di pasta, che tanto adoro! *_*
    in bocca al lupo per quello che sai tesoro,buono studio!

  9. Ottimo timballo con tutti gli ingredienti che piacciono a me!
    Bravissima, un ottimo modo per riciclare la pasta avanzata!
    Ciao e buon w.e.

  10. bellissimo piatto, e se poi pensi che dentro ci si può mettere tutto ciò che hai in frigo!!!è comodissimo

  11. Bella idea per ricicliare gli spaghetti, mi dà sempre uggia buttare via la roba. Brava!

  12. Gli spaghetti non sono la mia pasta preferita, ma preparati così fanno venir fame (nonostante abbia già mangiato).
    Brava Sweet.
    Se passi dal mio blog ci sono dei premi per te.

    A presto
    Betty

  13. uh signur che bontà! non avevo mai pensato di fare un timballo con gli spaghetti…è davvero invitante!

  14. E invece li hai resi un piatto meraviglioso!!!Bravissima 🙂
    Buon inizio settimana. Bacio

  15. ma che meraviglia^_^

    grazie della visita!
    ti aggiungo tra i miei preferiti…le tue ricette mi piacciono molto…

  16. grazie ondinaaaaaaaaaa, e grazie a te sweeeetttt 🙂
    la foto è incredibilmente invitante.. e poi.. questa pasta così.. mi sembra INCRUSTUGNATA e non so se sai quanto io amo l’incrustugnamento :)))
    un bacione grandeeee

  17. La bell italien

    Ciao, ti leggo tutti i giorni, e vorrei dirti che nonostante la cucina nuova…quà nn si produce??? Altre ricette? Dai!!! mi dai sempre degli ottimi spunti. Alla prossima ricetta. Claudia

  18. Un riciclo sublime e poi la pasta infornata è una mia passione!

    P.s. hai da ritirare un premio
    e ti informo che su Facebook ho creato un gruppo che asira a raccogliere tutti i nostri blog, con info e link correlati. Trovi tutte le specifiche sul mio blog!

    Bacini
    Gialla

  19. Debbono essere buoni e saporiti, voglio provare a farli.
    Complimenti per il blog, ci sono tante belle ricette!!

  20. ciao…sono capitata per caso…
    ho dato un’occhiata al tuo blog! complimenti!! bellissime e buonissime ricette!!! e sopratutto.bellissima cucina;)

    ciao ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *