La torta di grano saraceno l’ho fatta anch’io

L’ho corteggiata a lungo, ho sbavato vedendo le foto che la ritraevano, mi sono detta più volte che sarebbe la prima cosa che avrei preparato quando avrei trovato la farina di grano saraceno … ma niente, per mesi non riuscivo a scovarla da nessuna parte, ed allora ho smesso di cercare. Ma per la legge di Murphy sapete bene che quando arresti la ricerca, ecco che magicamente l’oggetto del tuo desiderio ti si materializza davanti.Infatti sotto il periodo pasquale, trovandomi in un super nel quale non entravo da tempo alla ricerca di un uovo di pasqua, mi sono imbattuta nel reparto farine, fornito a meraviglia: farina integrale, di kamut, di saraceno appunto, di soia … Allora ho colto la balla al balzo ed ho preso sia questa che quella di soia (??!!). Ovviamente quest’ultima non so come utilizzarla. Suggerimenti?? 😀
Mi sono limitata a questi due tipi (a proposito, ammazza quanto costano !!) ma tornerò probabilmente per quella di kamut.
Ringrazio Camomilla che ha gentilemente “estorto” questa ricettina divina e l’ha condivisa con noi. Grazie:) Devo puntualizzare che, non avendo trovato la marmellata di mirtilli rossi, ho optato per quella ai frutti di bosco.
Torta di grano saraceno
Author: Ro
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • 150 g di farina bianca
  • 100 g di farina di grano saraceno
  • 200 g di marmellata di mirtilli (ho usato quella ai frutti di bosco)
  • 150 g tra noci, nocciole e pinoli
  • 6 uova
  • 300 g di zucchero semolato (io ne ho messi 2o0 gr)
  • 100 g di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Zucchero a velo per spolverizzare
Instructions
  1. In una ciotola montate, utilizzando uno sbattitore elettrico, le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Nel mixer tritate finemente noci, nocciole e pinoli. Incorporate a pioggia le due farine setacciate amalgamandole all’impasto, poi unite la frutta secca mescolando lentamente con un cucchiaio di legno.
  2. Fate fondere il burro in un pentolino o nel microonde e aggiungetelo al composto insieme al lievito. Rimestate nuovamente.Imburrate ed infarinate una tortiera a cerchio apribile da 24 o 26 cm di diametro (vedi nota più sotto), versatevi all’interno il composto e fate cuocere nel forno già caldo a 170° per circa 40 minuti (a me è servita circa un’ora, ma come dico sempre il mio forno è poco attendibile). Trascorso questo tempo fate la consueta prova stecchino, quando uscirà asciutto e pulito il dolce sarà cotto.
  3. Estraete la torta dal forno e fatela raffreddare su di una griglia per dolci. Servendovi di un coltello tagliatela a metà in senso orizzontale e farcite la parte inferiore così ottenuta con la marmellata di mirtilli rossi aiutandovi con un cucchiaio.
  4. Ricomponete il dolce appoggiando la parte superiore e spolverizzate con zucchero a velo. A piacere servite con panna montata fresca.

 

Nota: la marmellata consigliata per questo tipo di dolce è quella di mirtilli rossi, possibilmente poco zuccherata, molto indicata proprio per il suo sapore leggermente asprigno che contrasta quello della farina di grano saraceno. Per questa dose ho utilizzato una tortiera a cerchio apribile da 24 cm di diametro e il dolce è risultato piuttosto alto, se al contrario volete ottenere un effetto lievemente più basso servitevi di uno stampo da 26 cm.