Vellutata di porri per il diet blog

Pasqua e Pasquetta sono passate, adesso si che mi rendo conto che l’estate si avvicina inesorabilmente. Mai come ora (nonostante, per l’ennesima volta vi ricordi che quì qualcosa non va, sto parlando delle condizioni metereologiche) sento l’esigenza di mangiare in maniera leggera (sarà l’effetto delle abbuffate di questi giorni?!). Comunque unendo i due fattori (estate + abbuffate) il risultato è questo: partecipare alla raccolta di Benedetta, contribuendo in parte a creare un ricettario light e aspettando che tutte le “reclute” diano il loro contributo cosi che io possa approfittarne.
Il ragionamento non fa una grinza, no?

Ho scelto di postare una vellutata. Le ho scoperte da poco, ma subito ne ho colto gli aspetti positivi, ti risolvono il pranzo (o la cena), ti saziano a perfezione, ti invogliano con i loro colori accesi e con la loro consistenza cremosa, e dulcis in fundo…. hanno poche calorie (certo, ammesso che non ci tuffiate dentro un confezione di panna, io di solito la ometto o la sostituisco con del latte). Ed allora che vellutata sia!

EDIT: Aggiornamento delle 18.35 del 15/04/09.

Ho appena scoperto che quelle che ho sempre chiamato vellutate in realtà non lo sono, o meglio non lo sono tutte. Mi spiego, la cara Cinzia mi ha fatto notare che quella che ho postato sarebbe più giusto chiamarla potage parisienne perchè non prevede tra gli ingredienti nè panna, nè uova, nè tanto meno ha come base un fondo bianco. Certa di fare cosa gradita a chi, come me, non conosce bene la differenza vi riporto la spiegazione chiarissima di Cinzia, che ringrazio ancora per avermi illuminato:)

Per vellutata, si intende una minestra realizzata a partire da un fondo bianco di vitello, volatile o pesce, legata con un roux, panna e rosso d’uovo.

Invece per crema si intende quando si usa solo la panna e come legante maizena o crema di riso.

Partendo da porro e patata come nel tuo caso, si parla di potage parisienne 🙂

.
Ex -Vellutata di porri (ora potage parisienne) 🙂
.
Ingredienti
3 porri
1 patate media
250 gr di latte
parmigiano q.b.
1 pizzico di sale
pepe
1 cucchiaino di olio
.
Pulire i porri dalle foglie più dure e taglirli a rondelle sottili. Pelare le patate e tagliarle a cubetti. Mettere in una pentola e coprire di acqua. Fare cuocere per circa 20 minuti. Aggiungere un pizzico di sale, il latte e portare ad ebollizione. Passare il tutto al frullatore. Aggiungere il parmigliano e servire con un filo di olio extra vergine (a piacere) e una spolverata di pepe.
Siete sopravvissuti alla cena della Vigilia ed al pranzo di Natale ma oggi vi sentite,
Avete idea di quanto io l'abbia aspettata? Bene, adesso è tornata di stagione e questa
Non so voi ma d'estate vivrei solo di questo (oltre che granite, gelati  & Co.,
Rieccomi con la crema di finocchi e spinaci, una ricetta detox che gustare è un
Buondì, ogni tanto riappaio, non sto passando tanto tempo in cucina ultimamente, ed il mio
Condividi:

38 commenti su “Vellutata di porri per il diet blog”

  1. Snooky doodle

    che bel colore! questa propio ci vuole dopo la Pasqua 🙂 Grazzie mille!

  2. …eh si diamo inizio alla maratona di ricette light!!^_^
    stupenda questa vellutata!!^_^

  3. Ti ringrazio per avermi fatto conoscere anche Benetdetta, la sua raccolta mi piace veramente molto.
    Bellissima anche la tua vellutata, una buona lternativa per la mia dieta.
    Ciao cara a presto!!!!!!!

  4. Presente! Io sono quella che nelle vellutate fiocca una confezione di panna!!! Hai ragione, però, bisognerebbe che mi moderassi! Anche perché il tuo potage, fatto con solo latte, ha un aspetto splendido e vogliamo parlare di quel “nido” di crostini nel mezzo?

  5. ha un colore davvero invitante e credo che nonostante sia un piatto molto leggero abbia un gusto decisamente squisito!
    Un bacione
    fra

  6. eh sì, ho proprio bisogno di depurarmi anche io!!
    questa me la segno!
    un abbraccio 🙂

  7. Anche io, dopo le abbuffate di questi giorni (se ripenso a tutto quello che ho mangiato…), ho deciso di tenermi un po’ leggera. La tua vellutata fa proprio al caso mio!
    Bellissima la foto sui toni del verde!

  8. Andrei avanti di diete, comprendessero tutte una vellutata così 😛
    Bellissima!

    *

  9. Sicuramente una delle mie vellutate preferite. Splendido il colore della tua, a me non viene mai così bella verde.
    Credo proprio che me la farò uno di questi giorni .. gli ingredienti li ho sempre in casa.
    Baci
    Alex

  10. perchè non sento il bisogno di mangiarer leggero? 🙁 perchè quando tutti si preoccupano del’arrivo dell’estate a me viene una fame terribile e comincio a prendere chili??? uffaaaaa!!!!
    :-(((((
    😛
    bacio!!!

  11. Buongiorno Rob!
    Aspetto anch’io con ansia di vedere tutte le ricette di questa bellissima raccolta 😉 Come sai adoro le vellutate e anch’io quando posso evito di aggiungere la panna sostituendola con del latte. Fatta con i porri non l’ho mai assaggiata, deve essere ottima!
    Un abbraccio :*

  12. adoro le vellutate!! e a me risolvono la cena quando non ho idea di che cosa cucinare, anche i miei figli le adorano, così copierò anche la tua!!! baci!!!

  13. foto molto bella, ricetta semplice e a base di verdure come piacciono a me.
    Anche io da un paio di giorni mi sono data alle creme e vellutate.
    un bacio sweetcook

  14. Mah, dopo questa credo che verrò a fare la dieta a casa tua!! Hai sempre mille idee gustose, mentre io divento la regina della cucina tristanzuola! :-/ 😀
    Buonissima, davvero! Un bacione!

  15. utilissima la spiegazione!io sinceramente, ho sempre usato i termini crema e vellutata un po’ a casaccio ^__^
    Ora ho scoperto che in realtà erano potage… 😛

  16. quante cose si imparano,stasera mi sono preparata un potage parisiene e non lo sapevo!!!

    Il tuo con i porri è troppo buono, la prossima volta concediti la parente peccaminosa, la vichyssoise!Ciao!

  17. adoro Roberta per la sua bravura e umilta’.
    In molti dovrebbero prendere esempio da lei. ^_^
    Rinnovo il mio applauso perche’ non e’ facile rendere bello oltre che buono un piatto semplice come questo.
    E grazie per l’attenzione Roby.
    Alla prossima!

  18. Ragazze grazie a tutte!!
    In cucina la creatività è d’obbligo, soprattutto quando si tratta di cucinare leggero, cadere nella tristezza è molto facile ^_^

    Ondina, anche tu sapevi già della differenza,dato che l’hai chiamata potage, ignorante che non sono altro ^_^

    Cinzia, grazie per le belle parole, e a mia volta ti faccio i complimenti per la tua delicatezza e sensibilità.

    Un bacione a tutti*

  19. vellutata, crema o potage parisienne che sia… è molto buona, ne faccio una versione molto simile anche io!
    bella anche l’idea di questa raccolta, quantomeno perfettamente calzante al periodo! 😀
    ciao!!!

  20. ciao Stefy..io per essere una ricetta molto light al posto del latte..ottima la panna alla soya..una bonta’ che neppure io credevo fosse tale…provaaa ciao

  21. Whoa! This blog looks just like my old one! It’s on a entirely different subject but it has pretty much the same layout and design. Great choice of colors!

    My web-site :: this is great

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *