Latticello, burro e soda bread

Vi è mai capitato di volervi cimentare in una di quelle ricette americane tipo muffins, scones, pancakes e compagnia bella e dovervi rinunciare perchè tra gli ingredienti compare il latticello, ingrediente non proprio reperibilissimo (almeno dalle mie parti)?

Bene, a me un pò troppo spesso, mi ero stufata di cercarlo, tanto quì, in questo angolo di mondo, è insperabile trovarlo. Ecco che allora un giorno, quando ormai, giuro, non ci pensavo più, nel mio solito giretto quotidiano tra i blog, mi imbatto in questo post.

Lei, Mariluna, che tempo fa ha fatto sì che io preparassi la ricotta in casa, questa volta proponeva addirittura il buttermilk, questo sconosciuto :O Destino volle che io avessi comprato il giorno prima una confezione di panna fresca per i muffins estivi e me ne rimanessero ancora 400 ml.

E si sa, al destino non si comanda, (o era al cuore?), in ogni caso, dopo circa mezz’ora avevo in casa burro e latticello:-)

Prima di spiegarvi come ho proceduto, vi lascio qualche breve cenno direttamente da wikipedia “Il latticello è un ingrediente fondamentale per moltissimi dolci americani, anticamente si otteneva quando si faceva il burro in casa lasciando inacidire i residui della lavorazione del burro stesso. Quello che risultava da questa trasformazione veniva infatti chiamato “latte del burro” ovvero latticello”. Per produrlo in casa si può lasciar inacidire del latte lasciandolo al caldo, oppure si può ovviare preparando una miscela con il 50% di latte e il 50% di yogurt bianco intero.

Latticello, burro e soda bread

Latticello e burro fatti in casa

Allora, si prende la panna fresca e si comincia a frullare, frullare, frullare… Prima si monterà, voi continuate e non abbiate timore, durante questo frangente di tempo penserete: “ma dai, figurati se da semplicissima panna montata otterrò del burro, è gia un quarto d’ora che monto, mah, io comincio a non crederci, sseeeeeeeeeee!!!” (mistero della fede:P) Ed ecco che appena avrete finito di dirlo, anzi, di pensarlo, incomincerete a vedere del liquido biancastro depositarsi sul fondo del recipiente e schizzare da ogni parte, e dei pezzettini di burro (tipo fiocchi) staccarsi. Ecco, ora fermatevi, prendete questi fiocchi, strizzateli e fate uscire tutto il siero come consiglia Mariluna meglio metterlo in un colino e lasciarlo per un po’ perdere tutto il siero.
Il burro si conserva per circa 15 gg, il latticello solo per 3-4.

Latticello, burro e soda bread

Con il latticello ho deciso di buttarmi sul salato e provare il soda bread, la ricetta l’ho presa quì.

Come riportato sul sito, il soda bread è il tipico pane irlandese integrale a lievitazione istantanea: la lievitazione avviene, cioè, in forno, usando il bicarbonato di sodio come agente lievitante.
L’autore dice che l’ha sempre preparato con lo yogurt e che si mantiene morbido per un paio di giorni. Il mio, invece, forse proprio per l’utilizzo del latticello, è rimasto soffice per almeno 4-5 giorni.

Soda bread

Soda bread
Author: Ro
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • 30 gr di burro
  • 500 ml di latticello
  • 450 gr di farina integrale
  • 1,5 cucchiaini di sale fino
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna (non l’ho messo)
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato di sodio
Instructions
  1. Scaldate il forno a 225°C. Imburrate uno stampo da plum cake della capacità di 1 kg (dimensioni: 22 x 12 x 6,5 cm, circa). Potete anche usare due stampi più piccoli.
  2. Fate fondere il burro con un cucchiaio di acqua e unitelo allo yogurt. Alla farina integrale unite sale fino, zucchero di canna (facoltativo) e bicarbonato di sodio.
  3. Mescolate molto bene. Aggiungete lo yogurt alla farina. Bagnatevi le mani e usatele per mescolare l’impasto, che risulterà molliccio: non preoccupatevi, va bene così.
  4. Dovete agire velocemente ma delicatamente: questo perché il bicarbonato di sodio inizia ad agire appena entra a contatto con lo yogurt.
  5. Travasatelo nello stampo, spolverizzatelo con 1 cucchiaio di farina integrale e infornatelo. Non preoccupatevi di lisciare il sopra: il pane avrà un aspetto più rustico e si formerà una crosta appetitosa.
  6. Cuocete per 15 minuti, portate poi il forno a 200° C e cuocete per altri 30 minuti circa. Tirate il pane fuori dal forno e dopo 5 minuti dallo stampo. Rimettetelo in forno per altri 10-15 minuti: in questo modo anche le pareti potranno assumere un bel colore marrone scuro.
  7. Fatelo raffreddare su una gratella e gustatelo tiepido o la mattina dopo, tostato.

 

 

54 commenti su “Latticello, burro e soda bread”

  1. Primaaaaaaaaaaaaaaa…. Rob..che dire??????
    Sei ogni giorno una sorpresa!!!!!
    Mi stupisci sempre più.. credimi dico proprio sul serio!!!!
    Sei favolosa!!!!!!
    Un bacione….. tra poco arriva Antonio a torso nudo con un bel vassoio in mano…. preparati!!!!

  2. è da un po’ che ci penso!!! sono tentata, più giro nei blog e più la voglia di provare aumenta!!!
    complimenti anche per il soda bread, sarà ottimo!

  3. Sta arrivando??? Ok, aspè che mi devo dare un tono, a dopooooooooooooooo:D
    Grazie Mauretta, penso la stessa cosa di te, e…del tuo plumcake;-)

    Panettona, il soda bread è sofficissmo e con il latticello si mantiene morbido per giorni, provare per credere:-)

  4. Bravissimaaaa!!! ci sono e sono super contenta che hai provato il soda Bread..l’ho fatto anch’io…é molto buono vero? e si conserva bene per qualche giorno….e poi é gustosissimo…complimenti 😉 felice serata *_*

  5. ihihi è esattamente quello che ho pensato io mentre facevo il mio primo burro..ma non ero così “imparata” e buttavo il latticello…uhhhhh!!! Bellissimo il soda-bread!

  6. Brava brava, che cose meravigliose vedo in questo post tutte rigorosamente homemade, davvero complimenti, un abbraccio

  7. ma tu sei troppo avanti! sei il mio mito!!! l’ho detto già una volta che tu sei una pioniera con lo spirito dell’avventura e della scoperta e lo confermo!!! mitica rob!!! un bacione e una fettona x me!!! 😉

    bacio, eli

  8. Buongiorno!!! Io ti ringrazio perchè avevo proprio bisogno della ricetta del buttermilk per preparare i muffins tratti dal mio nuovo libro americano… il procedimento mi sembra semplice e quindi penso di poterlo realizzare anch’io a casa! Brava!

    Ah, c’è un pensierino per te sul mio blog, quando hai tempo e voglia dovresti passare a ritirarlo!
    Un bacione e buona giornata!

  9. Oh anche tu buro e latticello, che bello….mi sta venendo tanta tanta voglia di provarci!!! Ricordo che alle medie ci provai con la tecnica dello “sbatimento della panna nel boccaccio di vetro” trovata sul libro di tecnica…che fatica! E non ricordo neanche se ci sono riuscita!!! :))
    Molto interessante questo soda brad!!!

  10. grazie grazie grazie! finalmente ho capito cos’è il latticello e come prepararlo! ho un libro di muffin dove nella maggior parte delle ricette è inserito questo ingrediente misterioso…beh, ora grazie a te non è più tanto misterioso! ho già salvato la ricetta, grazie ancora e buona giornata!

  11. Ottime tutte e tre le idee. Ascolta, il pane ha l’aria di esser bello “tosto” e non sofficioso, sbaglio??? Smack

  12. uh..che brava…e che volontà di ferro…del burro lo sapevo, ma del latticello proprio no…misteri del lattosio, direi..un bacino…il fantasma di una letizia latitante…

  13. Per mi asomma fortuna lavoro in un posto dove vicino esiste un negozio di cibi naturali e dove trovo anche il latticello!
    Non so davvvero se avrei la pazienza e la costanza che hai tu!
    Complimenti davvero!
    Quanno ce vò ce vò……

    nasinasiinstupitaammirazione

  14. Io ti adoro Rob, davvero e sai perchè? Perchè mi fai pensare di poter realizzare cose a cui non avrei neanche immaginato avvicinarmi ;P
    Ho appena stampato questo post appena ho u po’ di tempo proverò sicuramente
    Un bacione
    Fra

  15. L’ho visto anch’io da mariluna e devo decidermi a provarlo, soprattutto ora che ho anche le tue info… abbinerò anche questo soda bread che mi ispira un sacco!!

  16. Ciao, anche io avevo sentito che la panna non si doveva montare troppo altrimenti sarebbe diventata burro…ma io non ci ho mai creduto;) e invee ora mi ricredo;)

  17. Ma …wowwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwww!!! Latticello a me! Pensare che mia sucocera in Germania lo compra come noi il pane… Soda bread, care reminiscenze di splendida vacanza irlandese! Grazie!!!

  18. da appassionata di dolci americani ti dico che presto grazie alla tua ricetta la mia mud cake sara’ uguale all’originale!!! ho sempre sostituito con panna ma non e’ la stessa cosa! grazie!!! :)))

  19. Un passaggio veloce….perchè in questo blog non ci si può trattenere troppo a lungo…SVERREI PER TUTTE LE BONTA’ CHE PREPARI!!!

    Un abbraccio forte…. 😉

  20. astrofiammante

    negli ingredienti non c’è lo yogurt..
    …..ma lo descrivi nella ricetta, lo intendi come sinonimo del latticello? anch’io ho fatto il burro e il latticello l’ho messo in freezer in attesa di ricetta
    …ora vedo che l’ho trovata, e so come usarlo, ciaoooo!!!

  21. L'Antro dell'Alchimista

    Un post interessantissimo che ho letto tutto d’un fiato! Baci Laura

  22. Anche nel mio angolo sperduto non si trova il latticello…..cavoli sei davvero brava. Da provare, mi ispira parecchio vedere come viene il burro. Buon fine settimana 🙂

  23. @Mariluna, hai visto? sei un pò orgogliosa di me?;-) Si, il soda brad è ottimo, quasi quasi lo rifaccio:-)

    @Lo, sto cominciando a pensare che fossi rimasta l’unica a non sapere che fosse possibile fare il burro in casa, mi sono accorta che lo sapevano tutti:O 🙂

    @Ady, ma grazie, io AMO cucinare, l’avevi capito vero?!

    @Camomillina, arrivo!!!!!!!!

  24. @Ciboulette, si, quando mi metto in testa una cosa, cascasse il cielo la DEVO provare;-)

    @Spilucchina, alèèèè diventerò famosa:D

    @Babi, che bello, eravamo in due allora a non sapere come si preparasse, mi consolo:-)

    @Elis, hai colto nel segno e per questo ti meriti un intero soda bread, altro che una misera fettina;-)

  25. @sere, si, è compatto, ma soffice, non so come descriverlo, non ha la consistenza del pane tradizionale, ma…ehm…di una torta, ecco:O

    @saretta, grazzzzzzzzzzzzzie! Buon we!

    @Lety, io non sapevo neanche del burro, pensa te:-/Che bello leggerti:-)

  26. @Annamaria, detto da te è un gran complimento.

    @Micia, avercelo un negozio così vicino casa,sarei ogni giorno li:-)

    @Fra, ricambio l’adorazione, nei tuoi post mi perdo…devi provarci assolutamente, vedrai la soddisfazione:-)

    @Micaela, aspetto di sentire cosa ne pensi, allora!

    @stefy, infatti non finirò mai di rinfgraziarla la nostra Mariluna:-)

  27. @Pamy, è un mistero come possa accadere, almeno per me:O

    @Claudiuzza, baciONI:-)

    @Precy, non avrei potuto mai resistere senza sapere come fosse sto benedetto latticello, hai voglia a leggere: si può sostituire con il latte o con lo yogurt, NOOOOOOOOO, io volevo proprio lui:-)

  28. @Cannelle, grazie di cuore

    @Lety, ecco come potrei impiegarlo la prox volta, mo vado a cercarmi la tua famosa ricettina;-)

    @Andrea così arrossisco, merci:D

    @astro, si sono stata poco chiara, in pratica la ricetta originale prevedeva lo yogurt io invece l’ho sostituito con il latticello, quindi qualdo leggi yogurt è da intendersi latticello…scusa.

    @Laura, grazie!!!

    @Emiliaaaaaaaaaaaaaaa, ma ciao, quanto mi sei mancata…tu, le tue ricettine ed i tuoi racconti, smack

  29. @Michela a me è piaciuto anche perchè amo i sapori integrali, non è un pane vero e proprio o almeno non lo è nella consistenza, è ottimo!almeno per me;-)

    @Dolci e nonsolo fammi sapere:D

    @dolcezza,un abbraccio anche a te
    🙂

    @Mirtilla addirittura persa? faccio questo effetto????:D

  30. Anche a me è capitato spesso di inciampare in ricette con ingredienti diciamo sconosciuti, ma da oggi avro’ un ostacolo in meno;-) sally

  31. astrofiammante

    grazie per il chiarimento…..ma non ti dovevi scusare per niente…. baci
    e alla prossima, ciaooooo!!!

  32. Non posso più tergiversare: devo provare anche io.
    Questo burro è troppo invitante!
    Ciò che mi fa ancora deistere è l’idea di accendere il forno per utilizzare il latticello!
    Ciao

  33. Grazie.. .Ho appena infornato il soda bread e ho mangiato un meraviglioso panino con burro e zucchero… e il burro era proprio come quello che mi faceva la nonna in montagna…. 😡 :-*

  34. grazie grazie grazie, stavo impazzendo x capire come fare sto latticello lo devo usare x una ricetta di pollo fritto all’americana e me ne serviva 500 ml x la marinatura ora so come fare solo che quanta panna dovrei montare x 500 ml di latticello ??? forse 1 litro ? boh vedremo intanto mille grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *