Girelle alla crema ed uvetta

Girelle alla crema e uvetta

Da ragazzina (non che ora sia vecchia, precisiamo 😛 ) le vedevo esposte nel panificio sotto casa, insieme ad una serie di altri prodotti da forno come krapfen, occhi di bue enormi, bomboloni, e simili. Le guardavo estasiata però non le compravo perchè allora avevo una sorta di pregiudizio nei confronti di uvetta e canditi (per questi ultimi mi è rimasto). Quando poi ho cominciato a tollerare l’uvetta, ed in seguito ad apprezzarla, era ormai troppo tardi, il panificio aveva chiuso, ed io non le ho più viste in giro :-/ Ad ogni modo, MAI e poi MAI avrei pensato di riuscire a farle da me.

Poi è arrivata lei, ormai soprannominata “la maga dei lievitati” che ha fatto si che anch’io potessi sperare di riuscirci, ed ecco quì il risultato. Aggiungo che nella vita come in cucina, niente è impossibile, basta volerlo fortemente!
Ah, che sbadata, non ho specificato a cosa si riferisce la premessa del mio post 😉 A loro, i pan aux raisin o girelle all’uvetta (beh, siamo in Italia, chiamiamole con il loro nome;-) La ricetta originale prevede anche la lucidatura con uno sciroppo che io non ho usato, ho preferito farle senza. Ne ho farcite metà con gocce di cioccolato e metà con uvetta.

Girella alla crema e uvetta

Per la crema pasticcera ho usato quella classica di Ciccio Formaggio che sostanzialmente è uguale a quella che faccio abitualmente, solo che ho voluto per una volta utilizzare al posto dello zucchero semolato, quello a velo, e vi dirò che il risultato mi ha piacevolmente colpita. La ricetta originale la trovate sul blog di Paoletta insieme ad importantissimi consigli, io vi riporto sotto solo la ricetta copiata.

GIRELLE ALLA CREMA E UVETTA

g 250 farina manitoba
g 250 farina 00
g 75 zucchero
g 5 sale
g 75 di strutto
g 15 di lievito di birra
g 170 acqua
g 170 latte
scorza di arancia o limone
1 tuorlo
1 cucchiano di miele

1 albume
3 cucchiai d’acqua
2 cucchiai di zucchero

crema pasticcera (1/4 di dose)
uvetta e/o gocce di cioccolato

Alla sera fare un poolish con l’acqua, il lievito, il miele, e 150 gr di farina presi dal totale. Lasciare che l’impasto raddoppi, ci vorrà circa un’ora. Impastare quindi con il resto degli ingredienti (il burro o lostrutto in ultimo) e lasciar puntare l’impasto per 40 min in luogo tiepido. Se ce ne fosse bisogno, si può aggiungere all’impasto 2 o 3 cucchiai di farina, ma non di più. Dopodichè porre in un contenitore , coprire con pellicola e mettere in frigo fino al mattino successivo.

Al mattino tirare fuori l’impasto, attendere circa 30?, poi fare le pieghe del primo tipo,come indicato quì. Coprire con un panno bagnato e far riposare un’ora.

Quindi stendere la pasta col mattarello riducendola ad uno spessore di circa 1/2 cm. Dopo averla stesa si versa su tutta la superficie un velo di crema pasticcera, e sopra di essa si sparge un pò d’uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida, o di gocce di cioccolato. Piegare la sfoglia fino in fondo come si fa per fare le tagliatelle; tagliare poi le girelle larghe circa 1,5/2 cm.
Allineare distanziati i dolci così ottenuti sulla placca da forno, pennellarli con l’albume sbattuto e lasciarli lievitare un’oretta.
Cuocere in forno a 180 C° finchè non saranno perfettamente dorate.

Per dare lucido alle girelle, si prepara in un pentolino, uno sciroppo composto di un po dacqua e un po di zucchero in parti uguali, dopo averlo fatto bollire per qualche minuto le si spennellano appena sfornate.

Domenica fruttuosa quella di ieri. Dopo tanto tanto tempo ho sfornato due dolci lievitati, il
Da qualche tempo volevo provare a preparare in casa delle barrette energetiche. La decisione di
L'avevo vista prima quì e poi nella sua variante quì, e me ne ero innamorata.
Ho imparato ad apprezzare l'uvetta troppo tardi. L'ho sempre guardata con una certa diffidenza, e
Sono ancora in piena fase biscottifera, direi che ci sto prendendo gusto, eppure erano mesi
Condividi:

48 commenti su “Girelle alla crema e uvetta”

  1. le pupille gustative

    Dio che belle che sono! Bravissima, complimenti, non sai che voglia dim mangiarne una che mi sta venendo! Un abbraccio, buona giornata! 🙂

  2. Ciao Rob, ma che bello che ci delizi sempre con queste bontà!! Mi fai ingrassare solo a guardare.

    Paoletta è davvero bravissima, la ricetta l’ho annotata nel mio quaderno, ma aspetto tempi migliori per procedere alla realizzazione. Da me fa troppo caldo e il condizionatore ha dato forfait…glab!

    Baci

  3. Rob, ma come le hai fatte… qualcosa di fantastico, quell’interno spettacolare!! Splendide, splendideeeeeeeeeeeeeeeeeeeee !!!

    Sono felice, sei troppo brava :))

  4. rob!!! :-O sono a bocca aperta! non posso nemmeno permettermi di far cadere una goccia di bava perchè sono a tenere la bimba (che al momento ronfa!) e sto usando a sgamo il pc 😛
    complimenti sono uno splendore! pensa che vorrei farle anche io ma dopo il tuo esito sopraffino le mie faran scappare da ridere persino ai polli :-/
    Beh, vorrà dire che te le commissionerò!!! 🙂
    un bacionissimO!!

  5. @Panettona ho sbavato anch’io su quelle di paoletta, fino a quando non ho avuto il coraggio di provarle;-)
    @Le papille gustative, ricambio l’abbraccio:-)
    @Paoletta, non sai quanto sia felice io, grazie a te:D
    @Saretta, grazie anche a te!
    @Preci ora che mi hai lusingato te ne mando un paio, una per te ed una per fiocco, così si dimentica dei piselli:D
    @Fiorella, grazie concordo su tutto:-)
    @Ari, il segreto è seguire alla lettera le indicazioni di paoletta, se lo fai NON puoi sbagliare, lei è dettagliatissima nelle spiegazioni, prevede anche l’inimmaginabile;-)
    Grazie, sei un tesoro, occhio alla bimba;-)

  6. Nooooo ma cos’è questa meraviglia che mi sta facendo perdere tutta la saliva che ho in corpo??
    Ne prendeeri una volentieri, è pur sempre il mio compleanno, no?!
    Complimenti, sei stata bravissima, ti sono venute proprio stupende… io vorrei provare, ma temo di non essere in grado… uffi!
    Un bacione!

  7. astrofiammante

    ohiiiii che meravigliaaaaaa, vien proprio da morderle…..soffici più di quelle che vendono….e quegli spaghetti più giù….ci giro due dita
    che me ne assaggio un boccone, ciaooooooo!

  8. ciao tesoro!!! ma sono… bellissime!!! allora sei tornata almeno un po’ bambina quando le hai addentate?!? sei tornata indietro nel tempo a quelle tanto osservate e mai assaggiate?!? scommetto che le tue erano meglio!!! ti lascio ung rossosmack! eli

  9. sono troppo morbideeeeeeeeeee o mamma mia che fatica girare pagina hahahhaah non vorrei più andarmene ….sono favolose bravissima!
    baci Pippi

  10. Sono meravigliose,così come lo è la foto!!!
    Devono essere morbidissime,mmmhhh,meglio che non le guardi troppo perchè altrimenti sbavo sul pc.
    Un bacio e complimentissssimi

  11. Io il panificio di cui parli (ovviamente) non lo conosco…ma queste girelle sono buonissimissime…ne potrei avere una per merenda?

    Ciaooo,
    Aiuolik

  12. Bravissima Sweet…sono perfette come quelle che compro nelle boulangerie Parigine…una bontà…capisco la tua soddisfazione…Un bacio grande

  13. @Micaela te ne manco un paio allora, anzi 3!

    @Fra ricambio il bacio e fammi sapere;-)

    @Camomilla, a te ne spettano quante ne vuoi, sei giustificata:D
    Se non provi non lo saprai mai, scommettiamo che ti verranno stupendamente?;-)

    @Gatto, grazie!

    @Splilucchina,eeheheheh non esageriamo;-) mi basta che assomiglino (anche vagamente) alle sue;-)

    @cat, non sono poi così difficili ed il gioco vale la candela;-)

  14. @Stefy, o mannaggia, dai che saranno ricordi piacevoli;-)

    @Dario, allora per me è d’obbligo mandartene un vassoio:-)

    @Astro, grazieeeeeeeeeee:-)

    @Pippi…e allora resta, non andartene che mi fa piacere averti quì;-)

    @Elis, si un tuffo nei ricordi…Smacckete

    @

  15. @Lo, Carla non sapete quanti spuntini fuori pasto tocca fare a me, vedendo i vostri blog:D

    @Parole di burro, ma grazieeeeeee:D

    @Aioulik, ma certo che si, quante ne vuoi!

    @Simo, grazie 1000

    @Cannelle, un bacione anche a te!

    @Grazia sono contenta che ti siano piaciute:-)

    @Mariluna, devvero? Chissà quando potrò assaggiare le originali….sigh:-)

  16. @sara, ma graziiiiiiieeeee:D

    @mirtillina, fai pure, tu quì non devi chiedere niente, sei di casa
    ;-), anzi di blog;-) Ahahahahah

  17. gnam gnam
    fame famissimaaaaaaaaa
    e io oggi che sono stata tutto il giorno con la voglia di dolcino… passo da qui e trovo questa meraviglia ma è una congiura allora!

  18. ma ciao!!!
    intanto ho scoperto che siamo coetanee! e poi…complimenti per le girelle, sono spettacolari!!! a me non sono venute così bene sigh..ma ci riproverò!

  19. @Micia, sei troppo simpatica:D

    @Lalla, se ti posti di “qualche” km te ne offro quante ne vuoi;-)

    @Monique, eh, si, siamo due ragazzine, eheheheheh:D

    @Andrea, ciao!

  20. GOOOOOOOODURIOOOOOSE… sto letteralmente sbavandooooooo…Rob stai diventando sempre più brava… ho in programma di provarle presto pure io le mitiche girelle!!!!! ^_^
    Bacio

  21. io lo so che di questi tempi non ci devo venire sul tuo blog… Fai delle cose troooopo buone e bellissime! le girelle le voglio anch’io!!!! Me le fai? Almeno un paio ok? Un abbraccio giulia ^_^

  22. Mauretta, ma grazie tesoro, quando le provi fammi sapere, se sono o no stratosferiche;-)
    Giulia, solo un paio? Una vagonata per te, grazie:-)

  23. Ciao Sweet, che spettacolo le tue girelle!!!
    Sono nella lista delle cose da provare, e a questo punto mi sa che mi butto subito!
    Complimenti per il blog, sei proprio bravissima;-)
    Ciao a presto!!!

  24. ma daiii!! sono bel-lis-si-mis-si-me!!! e la foto mi piace davvero moltissimo! sai che ero convinta di averti già lasciato i miei complimenti in questo post durante il weekend?? mah! si vede che per ora non ci sto tanto con la testa….

  25. Fa-vo-lo-se!!! è circa 10 minuti che le guardo e me le studio…!! bellissime!
    Grazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *